Martedì 18 Giugno 2024
GIOVANNI BOGANI
Magazine

Le due nomination di Tom Hanks Corre per l’Oscar di peggiore attore

Migration

di Giovanni Bogani

Otto nomination, ma di quelle che è meglio evitare come la peste. Sono il “prestigioso“ raccolto di Blonde, il film di Andrew Dominik dedicato a una leggenda del cinema, Marilyn Monroe, alla sua vita, alle sue nevrosi e alla sua morte. Blonde ottiene otto nomination ai Razzie Awards, ovvero i “contro Oscar“. I premi per i peggiori film dell’anno.

Nelle motivazioni alle candidature, non viene risparmiato il veleno. Si legge: "Il film ‘esplora’ lo sfruttamento di Marilyn Monroe… continuando a sfruttarla dopo morta". Otto le candidature, dicevamo: comprese quelle per Peggior film, Peggiore sceneggiatura e Peggior regia. Si salva, però, la protagonista: Ana de Armas, già Bond girl in No Time to Die. Nel suo passaggio da Bond a Blonde, guadagna due lettere e non perde prestigio. In effetti, la de Armas fa di tutto per dare spessore e dignità ad una Marilyn disegnata in modo molto superficiale. L’attrice cubana potrà continuare, così, senza macchie sul curriculum, la sua corsa verso l’Oscar, che annunceranno oggi le loro nomination.

Ma non solo Blonde è stato messo dai Razzies. C’è anche un attore fra i top 10 di Hollywood: Tom Hanks. Il protagonista di Forrest Gump e di The Terminal, che peraltro ha due Oscar vinti in bacheca, ottiene una doppia nomination ai Razzies: come Peggior attore grazie al ruolo di Geppetto nella versione di Pinocchio diretta dal complice di sempre Robert Zemeckis. Ma anche come Peggior attore non protagonista per il ruolo del colonnello Tom Parker in Elvis, il biopic sulla leggenda del rock, il cui protagonista Austin Butler potrebbe invece, paradossalmente, vincere un Oscar vero.

Trattato malissimo anche il Pinocchio di Zemeckis, che secondo le motivazioni della giuria dei Razzies è "un remake completamente innecessario". Fra i cinecomic, domina le nomination Morbius, il film Sony sul dottore vampiro, accolto negativamente da critica e pubblico: "Una commedia che non fa ridere". Infine, nomination per il Peggior attore protagonista a Jared Leto – che già aveva vinto l’anno scorso il poco ambito premio per la sua interpretazione in House of Gucci.

La peggior coppia sullo schermo? I giurati dei Razzies hanno intinto la penna nel fiele. E nominano "Andrew Dominik e i suoi problemi con le donne" in Blonde. Se la vedrà con "Tom Hanks e la sua faccia gonfia di lattice, e il suo ridicolo accento" in Elvis. Altre candidature eccellenti: Diane Keaton come Peggior attrice in Mack & Rita, e Penelope Cruz come Peggior attrice non protagonista per Secret Team 355. Fra i candidati di quest’anno, c’è anche un habitué: è Sylvester Stallone, candidato per Samaritan. Stallone detiene il record di premi: dieci in tutto, compreso quello di Peggior attore del XX secolo. Un Razzie alla carriera.