L’arte greca torna a casa. Ma resta per tutti

La Grecia rilancia sui Marmi del Partenone durante la presentazione di una collezione di arte cicladica al Metropolitan Museum di New York. La ministra della Cultura Lina Mendoni ha dichiarato che è una priorità nazionale. L'esposizione al Met è frutto di una partnership di 50 anni tra il ministero della Cultura greco e i musei di Atene e New York. La raccolta sarà mostrata al Met per dieci anni, poi alcune opere torneranno periodicamente in Grecia.

L’arte greca torna a casa. Ma resta per tutti

L’arte greca torna a casa. Ma resta per tutti

Approfittando della presentazione al Metropolitan Museum di New York di un’importante collezione di arte cicladica, la Grecia ha rilanciato sui Marmi del Partenone. "È una nostra priorità nazionale", ha detto la ministra della Cultura Lina Mendoni intervenendo alla presentazione di 161 oggetti di arte cicladica messi insieme in 40 anni dal magnate Leonard Stern e ora di proprietà dello stato ellenico. L’esposizione al Met è frutto di una partnership di 50 anni tra il ministero della Cultura greco, il museo newyorchese e quello di Atene dedicato all’arte cicladica. "Un modello per risolvere altre dispute internazionali sulla proprietà dei beni culturali", ha detto il direttore del Met, Max Hollein, "e una soluzione innovativa per rimpatriare le opere in Grecia mantenendole allo stesso tempo a disposizione del pubblico mondiale". La raccolta sarà mostrata al Met per dieci anni, poi alcune opere torneranno periodicamente in Grecia mentre altri prestiti della stessa epoca e cultura voleranno a New York. Trascorsi i primi 25 anni, il Met continuerà a esporre pezzi prestati dal Museo di Arti cicladiche e da altri musei della Grecia per ulteriori 25 anni.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro