Mercoledì 24 Aprile 2024

La vecchiaia vissuta con gioia. Iris Apfel, un secolo di moda. Addio all’eterna adolescente

La designer e modella aveva 102 anni: continuava a sfilare anche sulla sedia a rotelle "Mi dicevano che non ero carina, ma che avevo qualcosa di molto più importante: lo stile".

La vecchiaia vissuta con gioia. Iris Apfel, un secolo di moda. Addio all’eterna adolescente

La vecchiaia vissuta con gioia. Iris Apfel, un secolo di moda. Addio all’eterna adolescente

Addio IrisApfel, l’"adolescente più attempata del mondo", come ironicamente si definiva lei stessa. Se n’è andata dopo oltre un secolo di scorribande e gioia di vivere, colori, passioni e un’enorme, strabordante fantasia. Aveva 102 anni. Gli ultimi spesi a fare la modella e presenziare a ogni evento abbigliata nei modi più eccentrici e divertenti, senza perdere un filo del suo aplomb neanche quando sfilava in passerella sulla sedia a rotelle. La notizia è stata pubblicata sul suo account Instagram (2,9 milioni di follower), sotto una foto di lei vestita con un lungo abito fantasia oro e i grandi iconici occhiali neri. L’ultimo post era del 29 febbraio, quando aveva celebrato i suoi "102 anni e mezzo".

La “stellina geriatrica” del Queens, come amava definirsi, aveva recentemente firmato una collezione per H&M, dopo collaborazioni con Citroën, Magnum, Happy Calze e Mac. Era la dimostrazione di come la vecchiaia può essere vissuta con calore e allegria, giocando, facendo ciò che ci pare, persino più liberi di quando si è giovani.

Nata nel 1921 da una famiglia ebrea di New York, Iris aveva studiato storia dell’arte. Designer d’interni, aveva partecipato ai lavori di ristrutturazione della Casa Bianca per nove presidenti, da Truman a Clinton. Ha collezionato abiti dei più grandi stilisti, che occupavano due piani del suo lussuoso appartamento di Park Avenue e ai quali nel 2005 il Met ha dedicato una retrospettiva.

"Un giorno qualcuno mi ha detto: “non sei carina e non lo sarai mai, ma non importa, hai qualcosa di molto più importante: hai stile“", raccontava. Nel 2016 è stata protagonista di una mostra al Bon Marché di Parigi, volto di una campagna Citroën, nonché di un marchio australiano di prêt-à-porter, Blue Illusion. Nel 2015, dopo 67 anni assieme, ha perso il marito Carl, industriale tessile morto all’età di 100 anni. Appassionata di outfit colorati, Apfel ha invitato le donne di ogni età ad abbandonare l’uniforme di collant neri o jeans con maglione, stivaletti e giacca di pelle: il suo motto era "osa essere diverso!".

Iris era un vulcano di passione e ironia, una nonna eccentrica e più in forma della nipote. Un gusto per i tessuti sui generis, ma fortissimo, capace di colpire dritto al cuore. Un po’ come era lei, geniale.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro