Mercoledì 29 Maggio 2024

La caduta del Duce e la lettera di Montale a Croce

Migration

Tre lettere del poeta Eugenio Montale (1896-1981) al filosofo Benedetto Croce (1866-1952), spedite tra il 1931 e il 1943, vedono la luce sul nuovo numero di Autografo (fascicolo 68).

La prima è una letterina scritta il 4 febbraio 1931 a Firenze su carta intestata del Gabinetto Gian Pietro Vieusseux (Montale ne era direttore dal marzo 1929): "Illustre Signore, alcuni nostri abbonati mi chiedono insistentemente la Sua recente Estetica in nuce. Dove, e come, mi sarebbe possibile procurarmi questo libro? Le sarei infinitamente grato di un chiarimento in proposito". Nella seconda (18 febbraio 1931) Montale ringraziava Croce del sollecito invio della plaquette desiderata; la terza è del 19 luglio 1943, subito dopo la caduta di Benito Mussolini: "Illustre Signore, desidero che fra i tanti saluti che Le perverranno in questi giorni non manchi il mio, anche se modesto".