Lunedì 15 Aprile 2024

Chi è la modella Ilaria Capponi che lotta contro il bodyshaming

La storia e la carriera di Ilaria Capponi, modella che lotta contro il bodyshaming

Ilaria Capponi

Ilaria Capponi

Era febbraio quando la modella Ilaria Capponi, via Instagram, tuonava tutto il suo disappunto raccontando di essere andata, nei giorni precedenti, in due agenzie di moda ma di essersi sentita rispondere che “non hanno modelle taglia 42 perché non hanno clienti con quella taglia di campionario”. Dichiarazioni che hanno portato la donna a sottolineare l’assurdità nell’essere esclusi da un settore perché si ha una 96 di fianchi. E aggiunge, specificando: “Non importa che siano di muscoli o meno, ci sono. E sono “scomodi”. Al punto di meritare un NO secco e l’impossibilità anche solo di candidarsi per lavori più commerciali in cui si richiedono caratteristiche fisiche diverse e non standard sulle scope che camminano”. Ilaria Capponi ha sottolineato come sia un principio malsano quello di dover essere più alte di 175 cm e avere fianchi che siano, come misura massima, di 90 cm. E apre un interrogativo che, nei giorni a seguire, ha fatto discutere: “Dov’è finita la tanto professata normalizzazione dei canoni della bellezza? Dov’è finita quella tanto professata cultura del rispetto del corpo e del difetto… dove sono?”. A gran voce invita le agenzie di moda e coloro che fanno campionari ad aprire la mentalità “per il rispetto della loro persona, bellezza e unicità, che non deve sottostare a dei canoni beoti ed estremi che non hanno più senso di esistere”. Ha così preso le distanze da quel mondo e da quel settore che, come ha ammesso, le ha dato tanto ma che, in questo momento, “mi toglierebbe e basta”.  

Ilaria Capponi ospite a “Italia sì”

Dopo il clamore mediatico suscito dal suo sfogo pubblico, via social, la modella è stata ospite a “Italia sì”, il programma condotto da Marco Liorni ma assente, in quella puntata, e sostituito da Gianluca Semprini. Ilaria si è raccontata e ha espresso tutti i suoi dubbi e le sue perplessità su un mondo nel quale, oggi, non si riconosce più e dal quale ha intenzione di prendere sempre maggiore distanza. Durante la sua ospitata, ha anche raccontato e ammesso di aver sofferto di disturbi alimentari e ribadendo il suo addio alle agenzie di moda. Una confessione di sé e un racconto che voleva mettere l’accento sull’assurdità di seguire certi canoni estetici, soprattutto nel sentirsi “sbagliata” se non ne si fa parte. Dopo il suo discorso, però, è accaduto qualcosa di imprevedibile. Mauro Coruzzi, in arte Platinette, senza accorgersi di avere il microfono acceso, si era lasciato sfuggire un commento che è stato ascoltato e sentito dal pubblico a casa. Disse, testualmente, “Ha il cul* basso, però”. In quel momento, la ragazza e il pubblico presente non avevano sentito le parole pronunciate ma sui social sono iniziate a piovere aperte e feroci critiche su quanto accaduto e pronunciato.

Le scuse di Platinette a Ilaria Capponi

A quel punto, Platinette ha deciso di scusarsi pubblicamente e apertamente sui social per quanto detto: “Era solo un’irriverente scemenza detta con l’acidità della 70enne invidiosa che trova difettucci ovunque e comunque anche dove non ve ne sono”. E poi, rivolta direttamente a Ilaria, ha aggiunto: “Vorrei ancora fare le mie scuse sentite a Ilaria Capponi, modella molto bella, che è stata oggetto di una battuta infelice da parte mia per via delle sue forme”. Poi ha sottolineato di averle fatto le scuse direttamente, in prima persona, con un video che la stessa modella ha poi condiviso. Platinette ha spiegato: “Ho incontrato Ilaria dopo la trasmissione "ItaliaSì" sul treno e le ho fatto le mie scuse che sono state anche filmate da lei. Un atto di riverenza non va scambiato per un atto di bodyshaming. Io sono scema, ma non faccio quelle cose” La modella, poco dopo l’accaduto, aveva spiegato di aver letto i messaggi delle parole pronunciate, grazie ai social, evidenziando quanto fosse necessario ancora di più il suo intervento e il suo messaggio: “Non voglio rovinarmi la domenica col mio piccolo. So tutto. E vi ringrazio per avermelo segnalato già ieri alla fine della diretta. Credo che la vicenda si commenti da sola e che non sia altro che la piena conferma di quanto ho più volte dichiarato col messaggio che cerco di farvi arrivare”.

La polemica con Guillermo Mariotto

Se con Platinette il caso si è smontato in poche ore, diversamente è andata con Guillermo Mariotto, protagonista del commento fatto da Platinette nel programma. Ilaria Capponi aveva ricordato che proprio lo stilista era nella giuria di Miss Italia quando lei si presentò al concorso e che, a differenza del collega, non l’aveva sentito né le aveva fatto alcun genere di scuse. E ha anche aggiunto “In trasmissione gli ho chiesto di dirmi le taglie con cui seleziona le modelle: devono misurare 86 di fianchi per 1,75 di altezza. Siamo sotto una Xs”. In una successiva intervista, Mariotto ha spiegato di non sentire di dover fare alcune scuse alla modella. Ha spiegato di non aver certo applaudito quando aveva sentito il fuori onda di Platinette “ma da parte di Ilaria Capponi, solo menzogne e falsità. Sta cercando di farsi pubblicità a tutti i costi. Ed è palese perché ha una agenzia di comunicazione. Io comunque non presto il fianco a nessuna imboscata". Ribadisce di non aver fatto nessun genere di bodyshaming nei confronti della ex modella di 34 anni e che è stato proprio lui, da sempre, uno stilista molto inclusivo, negli anni d’oro della sua carriera nel mondo della moda. Aggiungendo, testualmente, di aver portato “in passerella le donne curvy e 'over', la disabilità, le mannequin di colore, quando erano 'indesiderabili', ricordo che arrivarono a Milano da tutta Europa. Difesi la mia scelta contro tutti e contro tutte”. Nella carriera di Ilaria Capponi c’è anche la televisione oltre alla moda. Nel 2008 venne scelta nel cast fisso del programma “La botola”, ai tempi affidato a Fabrizio Frizzi nella conduzione. Ha giocato anche pallacanestro militando nella serie A e nel 2014 ha fatto il suo debutto come attrice nel film “Cam girl”, diretto da Mirca Viola. Dal 2010 circa ha iniziato a lavorare anche in un’importante agenzia di comunicazione. Infine, a febbraio 2024, l’addio alla carriera di modella.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro