Domenica 21 Aprile 2024

Il Vaticano alla Biennale Arte si affida alle detenute

Detenute guideranno visite al carcere durante Biennale di Venezia, ottenendo benefici penitenziari. Iniziativa promossa da artisti e Papa Francesco.

Il Vaticano alla  Biennale Arte si affida alle detenute

Il Vaticano alla Biennale Arte si affida alle detenute

Saranno le detenute in veste inedita di guide e conferenziere, a condurre i visitatori all’interno della loro stessa struttura carceraria, dal 20 aprile al 24 novembre prossimo, location straordinaria di un Padiglione espositivo della Biennale d’arte di Venezia. E anche grazie a questa iniziativa potranno accedere a "benefici penitenziari". L’appello di papa Francesco a guardare alle periferie, viene raccolto e tradotto dagli artisti che hanno accettato nel giro di neanche un anno dall’evento, di animare il Padiglione della Santa Sede, dal titolo Con i miei occhi, in un dialogo senza precedenti con le detenute del carcere femminile della Giudecca (foto). Ed è da questa “relazione“ da cui si è originato un vero e proprio "processo creativo", ha spiegato la curatrice, Chiara Parisi, anche direttrice del Centre Pompidou Metz di Parigi.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro