Domenica 23 Giugno 2024

Antartide, il viaggio di un iceberg. Ecco cosa succede dopo il distacco

Le immagini dal satellite Sentinel dell’Esa e le previsioni degli scienziati

Roma, 8 febbraio 2023 - Iceberg in Antartide: ma cosa succede dopo il distacco? Il satellite Esa Sentinel ha documentato in diretta il 'parto' di A-81, come è stato chiamato l'enorme pezzo di ghiaccio staccatosi dalla piattaforma del Brunt il 22 gennaio. Ecco cosa sappiamo: tre domande all'Esa.

Antartide, il viaggio di un iceberg visto dal satellite Esa
Antartide, il viaggio di un iceberg visto dal satellite Esa

Il distacco dell'iceberg è legato ai cambiamenti climatici?

No, fa parte del ciclo naturale degli eventi per una piattaforma di ghiaccio, chiarisce l'Esa. La spiegazione: "Gli iceberg si staccano dalla parte anteriore della piattaforma quando la sezione di ghiaccio galleggiante diventa troppo fragile. Con una velocità del flusso di ghiaccio osservata compresa tra 1-2 metri al giorno, la piattaforma era cresciuta fino a raggiungere la massima estensione osservata nell’ultimo mezzo secolo prima di questo recente evento".

"Il viaggio dell'iceberg: cosa sappiamo"

Ora l’iceberg A-81 prosegue il suo viaggio "intorno al Mare di Weddell, seguendo il modello di circolazione predominante in senso orario della corrente oceanica - è la didascalia dell'agenzia spaziale europea -. Abbiamo registrato la traiettoria di molti iceberg negli ultimi decenni, il che aiuta a tracciare un quadro del percorso che molto probabilmente seguirà l’iceberg A-81".

Il tweet dell'Esa

Che cosa succede adesso alla piattaforma?

"Per quanto riguarda la piattaforma di ghiaccio di Brunt - è l'analisi dell'Esa - ora la domanda principale è come reagirà il ghiaccio rimanente dopo questo distacco. Dopo il parto di grandi iceberg (come A-76 e A-81) viene rimosso l’effetto di rinforzo della piattaforma di ghiaccio o la cintura di sicurezza che aiuta a stabilizzare la piattaforma. Spesso si osserva un aumento della velocità del flusso di ghiaccio, il che può portare al parto di altri iceberg. Durante l’estate australe (luce diurna antartica) siamo in grado di utilizzare sensori ottici per mappare attentamente come la piattaforma di ghiaccio sta rispondendo all’evento di distacco. Ci sono una serie di altre crepe come quella di Halloween, che si è estesa nell’entroterra, che potrebbe destabilizzare ulteriormente la piattaforma del Brunt".