Giovedì 30 Maggio 2024
VIVIANA PONCHIA
Magazine

Il Festival della tv torna a Dogliani: 3 giorni 'In ascolto'

Da venerdì a domenica nelle Langhe l'undicesima edizione della rassegna. Tra gli ospiti Benedetta Parodi, Corrado Guzzanti, Joe Bastianich. QN sarà media partner

Da sx Benedetta Parodi, Joe Bastianich e Corrado Guzzanti

Da sx Benedetta Parodi, Joe Bastianich e Corrado Guzzanti

La definizione di caos è stato di estrema confusione e disordine. In greco significa voragine, vuoto. Vi ricorda qualcosa? Non avete l’impressione che negli ultimi anni tutto sia diventato più veloce, inafferrabile e, appunto, caotico? Ma la domanda fondamentale è: in questo marasma di parole e immagini siamo ancora capaci di leggere la rotta, di trovare una stella polare? Attorno al 'all you can eat' dei mezzi di informazione e al conseguente disorientamento ruota l’undicesima edizione del Festival della tv, di cui il nostro giornale è media partner, in programma da venerdì a domenica a Dogliani. All’inizio, nel 2012, si parlava solo di tv e di web. Oggi a disposizione c’è molto di più: piattaforme streaming, social media, podcast: cose nuove, cose vecchie che resistono ma sono costrette a evolversi, e noi dietro a loro.

Ecco perché il tema di questa tre giorni nelle Langhe, ormai diventata punto di riferimento nazionale, è 'In ascolto'. Siano tutti a rischio bulimia nelle crescita esponenziale dei mezzi di comunicazione e setacciare il labirinto delle proposte può essere un problema. Scegliamo o veniamo scelti? Ascoltiamo, vediamo, leggiamo davvero o nello scrolling infinito la nostra capacità di attenzione si sta esaurendo? Abbiamo ancora voglia di riflettere e capire? A Dogliani ci si prova. Un’occasione di pensiero e confronto, ma anche di intrattenimento e leggerezza che richiama ospiti da tutta Italia (quest’anno finalmente senza obbligo di prenotazione, si va ad esaurimento). Il Festival, momento di partecipazione vera alla Gaber, è in fondo il palinsesto dei nostri programmi ideali, la rassegna degli articoli che vorremmo leggere, la programmazione radiofonica che accompagna la nostra vita.

Un concentrato di parole, musica e immagini da vivere con i protagonisti che più amiamo sui tre palcoscenici di Piazza Umberto I, in Piazza Belvedere e Piazza Carlo Alberto. Il programma è notevole, gli ospiti impossibili da elencare tutti. Si va da Benedetta Parodi che ha fatto del pasticcio culinario un’arte a Fabio Canino, il conduttore perennemente a dieta. Dal maestro del trasformismo Arturo Brachetti a Caterina Caselli, che pur cambiando è rimasta sempre la stessa. E poi direttori di giornali (c’è anche la nostra Agnese Pini), stelle screanzate come Joe Bastianich, Pif e Riccardo Jacona, l’imprenditore Carlo De Benedetti e il presidente della Rai Marinella Soldi. E ancora Linus, Barbara D’Urso, Enzo Iacchetti, The Jackal. La politica (Enrico Letta e Antonio Tajani), la musica (Manuel Agnelli, i Marlene Kuntz), le provocazioni di Corrado Guzzanti. Bel tempo ne abbiamo? Dopo mesi di siccità gli organizzatori incrociano le dita, ricordando che per fortuna c’è sempre un piano B, gratuito anche quello.