Giovedì 20 Giugno 2024

Federica G e l’anoressia senza ‘Sbarre’: “Non ho paura di raccontarmi” / IL VIDEO

La cantautrice maceratese ha scelto di mettere in musica le difficoltà di una situazione che è comune a molte persone

Federica G e il brano 'Sbarre'

Federica G e il brano 'Sbarre'

Affrontare l'anoressia anche con una canzone. Perché, in fondo, non sono solo canzonette. Anzi. Molte persone che stanno attraversando un momento di difficoltà spesso trovano un appiglio importante proprio nella musica.

Ma c'è anche chi la musica se la scrive, se la crea, se la realizza per darsi la spinta e cercare quello scatto utile ad uscire da una situazione molto difficile. Federica G, nome d'arte della cantautrice maceratese Federica Gianangeli, ha deciso di raccontare il dolore e l'anoressia nella canzone 'Sbarre'.

Una scelta che non è consueta. Spesso, infatti, si tende a pensare che chi ha a che fare con l'anoressia tenda solo ad isolarsi e non abbia alcuno stimolo per rivolgersi all’arte. Invece, fortunatamente, in molti casi è proprio l’arte a dare un motivo per uscire dalle difficoltà.

"Scrivere 'Sbarre' è stato un atto coraggioso - spiega Federica G -. Racconto le mie paure e descrivo la mia visione del mondo senza il timore di dire qualcosa di scomodo o inaccettabile. Questo è il brano che mi ha aiutata a riconoscere quel che mi infastidiva delle situazioni dolorose in cui mi trovavo e a prenderne le distanze, con la consapevolezza che non c’è nulla di male nel dire che non va sempre tutto bene. Sbarre è dedicato a tutte le persone che si sentono 'in gabbia', bloccate in una situazione sgradevole con cui sono costrette a convivere".