Mercoledì 22 Maggio 2024

Favino in giuria a Cannes

Il Festival di Cannes annuncia Pierfrancesco Favino come membro della giuria, definendolo "l'attore italiano più importante della sua generazione". Presieduta da Greta Gerwig, la giuria include nomi di spicco del cinema internazionale. Presenza italiana in aumento sulla Croisette con Sorrentino, Minervini, Bellocchio e Golino tra i protagonisti.

Favino in giuria a Cannes

Favino in giuria a Cannes

"L’attore italiano più importante della sua generazione". Così il comunicato del Festival di Cannes definisce Pierfrancesco Favino, 54 anni, annunciandolo tra i membri della giuria della 77ª edizione della kermesse (14 - 25 maggio), presieduta dalla regista di Barbie la statunitense Greta Gerwig e che comprende anche la sceneggiatrice e fotografa turca Ebru Ceylan, l’attrice nativa americana Lily Gladstone (candidata agli ultimi Oscar tra le migliori protagoniste per The Killers of the Flower Moon di Scorsese) l’attrice francese Eva Green (già musa di Bertolucci e Tim Burton), la regista e sceneggiatrice libanese Nadine Labaki (Cafarnao), il regista e sceneggiatore spagnolo Juan Antonio Bayona (La società della neve, candiato agli ultimi Oscar tra i film internazionali), il regista giapponese Kore-eda Hirokazu (Palma d’oro 2018 con Un affare di famiglia) e l’attore e produttore francese Omar Sy (Quasi amici, Lupin).

Si alza con Favino la quota, finora scarsa, di presenze italiane sulla Croisette. In gara per la Palma d’oro c’è un solo regista italiano, seppure premio Oscar: Paolo Sorrentino, con Parthenope; a Un Certain Regard c’è I Dannati di Roberto Minervini mentre Marco Bellocchio sarà a Cannes Classics per il restauro di Sbatti il mostro in prima pagina e Valeria Golino presenterà, come evento speciale, il primo episodio de L’arte della gioia, da Goliarda Sapienza.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro