Sabato 25 Maggio 2024

‘Il fabbricante di lacrime’ su Netflix, chi è l’autrice del romanzo di successo

Chi si nasconde dietro lo pseudonimo di Erin Doom: qualche curiosità su una delle scrittrici

Erin Doom

Erin Doom

Erin Doom è una scrittrice italiana che ha pubblicato alcuni libri di successo e che ha scelto di non rivelare la sua vera identità ai suoi lettori. Il nome con il quale firma i romanzi è, infatti, uno pseudonimo e di lei si sa solo il nome di battesimo: Matilde. Non è stato condiviso il cognome, né – inizialmente - uno scatto del suo volto è apparso sui social. Una scelta ben precisa legata alla sua riservatezza che ha scelto come caratteristica chiave del suo percorso professionale. Poi, la decisione di apparire per la prima volta, in tv, nel 2023.

La carriera di Erin Doom

Erin Doom inizia a scrivere e pubblicare a partire dal 2017 sul social network Wattpad. Proprio lì, a puntate, escono per la prima volta i suoi due libri, “Nel modo in cui cade la neve” e “Fabbricante di lacrime”. Proprio quest’ultimo diventa un vero e proprio stimolo per la scrittrice per fare il grande salto. Forte del successo e del riscontro ottenuto su Wattpad, Erin Doom decide di pubblicare il libro, a spese sue, su Amazon, nel dicembre 2020. E in breve tempo, riesce a scalare le classifiche, diventato un vero e proprio caso. Viene notata dai Magazzini Salani che decide di farsi avanti e di acquistare i diritti della storia, pubblicandolo nuovamente – in versione rivisitata – qualche mese dopo, nel maggio 2021. Il boom è assicurato e il libro diventa il più venduto del 2022 con ben 450.000 copie. A quel punto, Salani sceglie di acquistare i diritti anche del precedente romanzo – il primo pubblicato sempre a puntata su Wattpad – per farlo poi anche tradurre in ben 18 Paesi. Dopo aver passato anni a non mostrarsi e a scegliere uno pseudonimo con il quale firmare i suoi romanzi, Erin Doom ha poi accettato di mostrarsi (e presentarsi) al pubblico in una puntata di “Che tempo che fa”, andata in onda il 18 maggio 2023. Sempre in quell’anno ha visto la luce il suo terzo libro, “Stigma”, il primo capitolo di una nuova saga letteraria. A fine anno, la sua casa editrice ha voluto pubblicare “A Sweet Christmas”. In questo caso, si tratta di una raccolta di 5 racconti scritti da Erin Doom, A.J. Foster, Rokia, Carrie Leighton e Vanessa Arcadipane. Di origine emiliana, prima di rivelarsi al pubblico, aveva dichiarato di aver scelto, per il momento, lo pseudonimo “perché mi permette di condurre la mia vita e al contempo separarla dall’ambito creativo”. “Fabbricante di lacrime” è sicuramente il suo romanzo più noto ed è stato adattato in un film con la regia di Alessandro Genovesi, in esclusiva per Netflix. Ambientato nel Minnesota, racconta la storia di Nica, una ragazzina che vive in un orfanotrofio chiamato Grave, dove si raccontano da sempre storie a lume di candela. Tra queste, appunto, quella del fabbricante di lacrime, un misterioso artigiano dagli occhi azzurri colpevole di aver dato vita a tutte le paure e le angosce che abitano negli uomini. Tempo dopo viene adottata da una coppia insieme a Rigel, un altro ragazzo misterioso e affascinante che sembra detestarla, apparentemente senza ragione.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro