I tre piemontesi premiati da Decanter -Foto: labioca.it / astemiapentita.it / vitecolte.it
I tre piemontesi premiati da Decanter -Foto: labioca.it / astemiapentita.it / vitecolte.it

Appuntamento di grande interesse per gli appassionati, l'influente magazine internazionale Decanter ha annunciato i vincitori dei suoi World Wine Awards, il concorso enologico più grande del mondo. Quest'anno ha coinvolto 16.518 vini, valutati alla cieca da una giuria di oltre cento esperti. La degustazione a tappeto ha prodotto 50 premi Best in Show, il meglio del meglio del vino assaggiato, oltre a migliaia di medaglie dal platino al bronzo.


I migliori vini del concorso

Il punteggio più alto in assoluto, 98 su cento, è stato assegnato a cinque vini di eccellenza assoluta: il Domaine du Clos Frantin prodotto da Albert Bichot in Borgogna; lo Champagne Rare del 2006; l'oloroso V.O.R.S. della cantina spagnola Lustau; l'ERA della cantina Alpha Omega della Napa Valley; il Lote Especial Tannat dell'argentina Colomé. Tutti gli altri vini premiati come Best in Show si assestano su un comunque eccezionale 97 su cento.

I paesi top, dalla Francia all'Italia

Come ovvio quando si parla di vini di classe superiore, i cugini d'Oltralpe l'hanno fatta da padrone portandosi a casa 12 Best in Show, 34 medaglie di platino e 107 medaglie d'oro, oltre a una pletora di argenti e bronzi per un totale di 3531 premi. Non distante, l'Italia si piazza seconda con 2765 riconoscimenti, a riprova di una qualità generale in crescita tanto sui grandi classici quanto sui vini da uve autoctone, di cui la penisola ha una ricchezza unica al mondo. Meritano una citazione gli otto Best in Show nostrani: dal Piemonte il Barolo Aculei 2016 prodotto da La Biòca, il Barolo 2016 di L''Astemia Pentita, il Barbaresco 2010 Spezie di Vite Colte. Dal Trentino Alto-Adige l'Aristos Kerner 2018 di Cantina Valle Isarco e il Maturum Riserva Lagrein di K.Martini & Sohn; dalla Toscana il Brunello di Montalcino 2015 di Argiano; dall'Umbria il Sagrantino di Montefalco 2016 di Moretti Omero; dalla Sicilia il Contrada Villagrande Superiore 2017 di Barone di Villagrande.

A seguire, l'Australia conquista sei Best in Show, il Portogallo cinque, la Spagna quattro, gli Stati Uniti tre, due per Moldavia e Regno Unito e a chiudere uno per Argentina, Georgia, Grecia, Ungheria, Slovenia, Svizzera, Sudafrica e Nuova Zelanda. Qui potete vedere tutti i premi assegnati ai Decanter World Wine Awards 2020.