Damiani Belle Epoque potenza di Boucheron. Alta gioielleria da sogno

Due volte l’anno in contemporanea con le sfilate dell’haute couture di Parigi, si presentano anche le collezioni di alta gioielleria...

Due volte l’anno in contemporanea con le sfilate dell’haute couture di Parigi, si presentano anche le collezioni di alta gioielleria delle principali maison del mondo, italiane e francesi appartenenti a grandi brand del lusso internazionale. A Parigi hanno brillato le creazioni di Cartier, Damiani, Louis Vuitton e Boucheron. Secondo Capitolo della collezione Deep Time di Louis Vuitton presentata nel palazzo di Place Vendome con 50 nuove creazioni realizzate con alcune gemme tra le più preziose dalla direttrice artistica Francesca Amfitheatrof.

Nella boutique di Damiani sempre in Place Vendome a pochi passi dall’Hotel Ritz una sinfonia di brillanti per la collezione Bella Epoque e poi quella Emozioni, tra acquemarine di 27 carati e 30 carati di diamanti per la spilla che può trasformarsi anche in pendente. L’azienda di Valenza, sempre nelle mani della famiglia Damiani, quest’anno compirà 100 anni da festeggiare con grandi eventi.

In Place Vendome la sfilata a palazzo per Boucheron, marchio di alta gioielleria fondato da Frédéric Boucheron che nel 1893 apri la boutique nella piazza del lusso. Oggi qui lavora la direttrice creativa Claire Choisne che ha lanciato la collezione ’Histoire de Style. The power of Couture’ con diamanti e cristalli di rocca. Creazioni di fascino. Come quella di una foto giovanile che ritrae il principe Filippo di Edinburgo tra medaglie e catene e collari. Ecco gli ornamenti Boucheron in metamorfosi, a volte spalline di decoro per giacche couture, a volte trasformate in bracciale o le medaglie lavorate in cristallo di rocca che diventano collier.

Eva Desiderio

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro