Venerdì 21 Giugno 2024
CHIARA GIACOBELLI
Magazine

Da Pistoia a Santiago. La Compostela italiana è l’unica tappa ufficiale

Nonostante il grande interesse che il turismo dei cammini sta suscitando negli ultimi anni, sono in pochi a sapere che...

Da Pistoia a Santiago. La Compostela italiana è l’unica tappa ufficiale

Da Pistoia a Santiago. La Compostela italiana è l’unica tappa ufficiale

Nonostante il grande interesse che il turismo dei cammini sta suscitando negli ultimi anni, sono in pochi a sapere che Pistoia è l’unica città italiana ad aver ricevuto il cippo da Santiago de Compostela, divenendo quindi una tappa ufficiale del celebre percorso. Il motivo di un simile riconoscimento va ricercato nel lontano 1145, quando un ossicino del cranio del santo venne ceduto a Pistoia in segno di alleanza. Oggi il capoluogo toscano conserva quindi una delle reliquie più importanti al mondo nell’elegante Cattedrale di San Zeno, all’interno della quale si trova anche l’altare argenteo, una delle maggiori opere di oreficeria gotica europea.

Percorrendo quello che in Toscana prende il nome di Cammino di San Jacopo – Santiago in Spagna, San Giacomo nel resto d’Italia – è possibile ottenere la credenziale che, debitamente timbrata, attesta di aver percorso almeno 50 chilometri a piedi (sui 2505 totali da Pistoia a Santiago). Di recente è stata rinnovata la segnaletica del cammino, che parte da Firenze e arriva sino a Livorno, sviluppandosi in sei tappe; inoltre, sono state allestite numerose strutture di accoglienza lungo tutto l’itinerario, con il fulcro proprio a Pistoia.

Quest’ultima è, d’altra parte, il crocevia di ben cinque cammini tra i più suggestivi del nostro Paese: oltre al già citato San Jacopo, passano da Pistoia la Romea Strata, la via Francesca della Sambuca, il Cammino di San Bartolomeo e la Romea Germanica Imperiale. Si tratta in buona parte di antiche vie battute da eserciti e imperi in movimento, superando boschi, assolate colline, borghi storici, città d’arte e alte montagne.

La Romea Strata è stata per secoli un cammino di fede che conduceva i pellegrini attraverso l’Europa, partendo dall’area centro-orientale e toccando Paesi come Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia, Repubblica Ceca, Austria, fino a valicare le Alpi per entrare in Italia attraverso il Tarvisio. Oggi il tratto più frequentato ha inizio nel piccolo comune di Nonantola (MO) e scende fino a San Miniato, luogo simbolico tanto dal punto di vista artistico, quanto spirituale.

Pistoia si trova all’incirca a metà del sentiero, mentre costituisce il punto di arrivo per altri tragitti come il Cammino di San Bartolomeo, che può prendere avvio da Pieve di Controne oppure dalla zona montana dell’Abetone, o come la via Francesca della Sambuca, direttamente collegata a Bologna. Non resta quindi che mettersi in viaggio.