Lunedì 17 Giugno 2024
CONTENTS
Magazine

Cosa mangiare per abbronzarsi? Ecco alcuni consigli sui cibi per l’estate in arrivo

Molti cibi sono in grado non solo di accelerare l’abbronzatura, ma anche di aiutarci a farla durare di più e a rinforzare la pelle

Consigli sulle pietanze da mangiare per facilitare l'abbronzatura

Consigli sulle pietanze da mangiare per facilitare l'abbronzatura

Abbronzatissimi, a due passi… dall’estate. Eh già, la bella stagione è ormai alle porte, e con essa la voglia di mare e di sole. I primi caldi hanno già riacceso la voglia di una pelle abbronzata. Ma in tanti sognano di raggiungere in poco tempo un'abbronzatura da invidiare, forse più della fatidica prova costume. Come prepararsi allora? Il segreto è anche a tavola. Molti cibi, infatti, sono in grado non solo di accelerare l’abbronzatura, ma anche di aiutarci a farla durare di più e a rinforzare la pelle. A tutto vantaggio della salute.

Come funziona l'abbronzatura?

L'abbronzatura è un processo che avviene quando la nostra pelle aumenta la produzione di melanina, il pigmento che dà all'epidermide un colore più scuro. Questa sostanza si attiva all'interno del nostro organismo dai melanociti, presenti sulla pelle, una volta che vengono esposti ai raggi UV. Quando il nostro corpo si espone al sole, i raggi attivano i melanociti i quali producono la melanina che viene distribuita sul nostro corpo. Essa, però, non solo ci dà quel colore tipico della tintarella, ma protegge anche le cellule dell'epidermide dai danni che le radiazioni potrebbero causare.

Quanto bisogna esporsi al sole?

Gli esperti concordano sull’idea di esporsi sempre in maniera graduale e non prendere inizialmente più di 45 minuti di sole al giorno. La prima abbronzatura duratura la si avrà dopo una settimana.

Giorno dopo giorno potrai aumentare la tua esposizione, senza mai dimenticare di proteggerti in maniera adeguata a seconda del tipo di pelle, ma anche dal clima e dalla latitudine in cui ti trovi.

Ti consigliamo infine, di stare al sole la mattina fino alle 11 e nel pomeriggio dopo le 15 evitando quindi i momenti in cui il sole è più caldo e può provocare più danni alla tua pelle.

Cibi per l'abbronzatura

L’alimentazione, in particolare la dieta mediterranea, offre una serie di cibi che permettono alla nostra pelle di prepararsi al meglio per l'esposizione al sole. Alimenti che fanno da scudo protettivo naturale, senza dimenticare mai di utilizzare la crema solare protettiva, da acquistare controllando le etichette e l’indice INCI.

Gli alimenti “amici della pelle” e dell'abbronzatura sono quelli ricchi di antiossidanti e di vitamina E.

Per un’abbronzatura ottimale dobbiamo mangiare:

Frutta e verdura - Dai pomodori (meglio cotti così si attiva il licopene), passando per le carote e le zucchine, fino ad arrivare ai broccoli e agli agrumi: questi sono tutti cibi che grazie alla loro azione antiossidante proteggono il derma dai danni dei raggi UV;

Semi di girasole e zucca - Sono cibi sazianti, ottimi per uno spuntino sano e leggero, ma ricchi di vitamina E, un antiossidante in grado di proteggere la tua pelle dai radicali liberi che si attivano con l'esposizione al sole, e che contribuiscono all’invecchiamento della pelle;

Pesce - In particolare il salmone e il tonno, o il pesce azzurro, ricchi di omega-3, permettono alla pelle di rimanere idratata ed elastica, aumentando la propria resistenza ai danni del sole;

Tisane - Bevande come il Tè verde o il matcha, grazie alle catechine, possono proteggere la pelle e migliorare l'esposizione al sole prima della tintarella.

Per preparare al meglio la pelle all'abbronzatura, inoltre, ti consigliamo di consumare alcune porzioni di melone. Esso, infatti, riesce a proteggere l'epidermide dalle scottature e dagli eritemi, combattendo i radicali liberi e mantenendo la pelle idratata.

Cibi per mantenere l'abbronzatura

Ma cosa fare dopo l’abbronzatura? Premettiamo che questi alimenti andrebbero introdotti sempre, in un regime di dieta ricca ed equilibrata. Ma quando hai ottenuto l'abbronzatura che sognavi, è il momento di pensare a come farla durare il più possibile, evitando che svanisca rapidamente con i primi freddi.

I cibi da assumere sono quelli ricchi di betacarotene, come mango, papaya e quelli contenenti vitamina C, come gli agrumi e il kiwi. Le carote, assieme alla zucca sono tra i cibi con maggior contenuto di questo pigmento. Meglio se consumati crudi, in modo da non disperdere vitamina C. Meglio ancora se conditi con poco olio extravergine di oliva.

Ti consigliamo di mangiare molte albicocche, pesche, angurie, prugne e ciliegie: tutti frutti ricchi di vitamina A e D, in grado di aumentare la melanina all'interno del corpo, ma anche di vitamina B e B6, due elementi essenziali per mantenere a lungo la tintarella.

Non dimenticare, poi, di consumare i semi oleosi come quelli di sesamo o di finocchio capaci di combattere l'invecchiamento cellulare che viene favorito dall'esposizione ai raggi solari.

La natura ci viene ulteriormente incontro grazie a una varietà ricca di ortaggi. Tra questi ricordiamo:

Il pomodoro - Grazie al licopene ha una protezione molto alta nei confronti dei raggi UV. Previene le scottature e ripristina la salute cutanea, combattendo la secchezza;

Frutti di bosco - Mirtilli, ribes, fragoline, lamponi sono tutti in grado di donare alla pelle elasticità e di idratarla, cosicché l'abbronzatura sia duratura;

Olio EVO - Con i suoi antiossidanti favorisce l'assorbimento della vitamina V e di tutti i carotenoidi. Grazie alla vitamina E rende, anch'esso, la pelle più idratata;

Pesce azzurro - Grazie all'omega-3 e all'omega-6, alle proteine, alle vitamine, allo zinco e al ferro, ti permette di mantenere sempre in salute la tua pelle, mantenendola anche più giovane;

Tè Matcha - Un vero e proprio elisir di bellezza, questa bevanda è in grado di aumentare la presenza degli antiossidanti che possono far durare di più la tua abbronzatura;

Patate dolci - Ricche di vitamina A, riescono a proteggere dai batteri e dalle infiammazioni, mantenendo basso il livello di zucchero nel sangue;

Uova - Grazie al loro ricco apporto di vitamine A, B e D, acido folico, selenio e calcio, riescono non solo a mantenere in salute il nostro cuore e gli occhi, ma anche a mantenere un colorito vivido e lucente;

Nocciole - Per la salute della pelle sono un toccasana grazie alla ricca presenza di vitamina E. Riescono a rendere anche più veloce i tempi di abbronzatura.

Non dimenticare un dettaglio: bisogna bere molta acqua e inserire nella propria dieta dei cibi ricchi di vitamine B che sostengono e idratano la pelle.