Venerdì 21 Giugno 2024
CONTENTS
Magazine

I migliori outfit da ufficio: il dress code per avere successo

Alcune dritte per essere sempre impeccabili in ufficio: dalle proposte più casual a quelle più eleganti, a seconda di quel che richiede il contesto (e dell’immagine che si vuole trasmettere)

I migliori outfit da ufficio

I migliori outfit da ufficio

Sapere come vestirsi nell’ambiente lavorativo è importante. La scelta azzeccata degli abiti comunica il messaggio corretto che vogliamo trasmettere all’esterno. Lo ricorda, tra gli altri, anche la Bbc. Così come un’altra testata autorevole, il ‘New York Times’, pure la storica emittente britannica sottolinea che, innanzitutto, conviene osservare le persone che lavorano nella propria azienda e che occupano il ruolo che si desidera per sé e, in base a quello, creare un proprio outfit da ufficio. Simile a coloro a cui si guarda con ammirazione, ma con un tocco di personalizzazione, per creare una propria identità professionale anche in questo modo.

Non solo moda

Secondo una ricerca condotta dalla Kellogg School of Management della Northwestern University, vestirsi bene può migliorare le nostre prestazioni. La maniera in cui ci si veste, insomma, potrebbe influire sulle proprie possibilità di essere promosso. Non solo. Gli abiti fanno il leader, spiega una ricerca pubblicata sul ‘Journal Business Research’, dal momento che gli outfit da ufficio possono essere strumenti per mostrare carisma e attirare consenso. Ad ogni modo, ci sono alcune regole e capi di abbigliamento con cui difficilmente si sbaglia. Vediamo quali sono i principali must have per lei e per lui.

La camicia

È difficile pensare a un look professionale senza menzionare la camicia. Se quella femminile ha un taglio classico e maschile, si può giocare qualche particolare che la ravviva e fa la differenza, come uno scollo particolare, un fiocchetto o nastrino sul colletto. Per le ragazze e le signore va bene anche una morbida blusa di seta da tenere sotto la giacca.

Formale o casual

La camicia bianca resta la più elegante in assoluto anche sul fronte maschile, incluse occasioni formali come colloqui, meeting e appuntamenti. È perfetta sotto l’abito (il tailleur sul versante femminile). Per tutti i giorni, comunque, vanno bene le camicie a tinta unita o fantasia, con righe, pois e quadretti purché piccoli. Per andare al lavoro, meglio lasciare nell’armadio le camicie di flanella, quelle floreali e le hawaiane.

I pantaloni

È vero che, dopo mesi di lockdown e pandemia passati in tuta, con il ritorno in azienda il dress code appare adesso più rilassato, ma questo non significa che si debba rinunciare al buon gusto e all’eleganza. Per quanto riguarda i pantaloni, per un outfit da ufficio non troppo formale per lei può essere un’idea abbinare un pantalone a gamba larga a un top in tessuto fluente e un giacchino o un pantalone skinny a un blazer e a una camicia morbida. Per lui i pantaloni più adatti per andare al lavoro sono i chino, in tessuto leggero, color blu navy, grigio, azzurro o antracite.

Le scarpe

Al pari dell’abbigliamento, anche la scelta delle scarpe da ufficio dovrebbe corrispondere al dress code dell’ambiente aziendale e consono al contesto. Premesso questo, dovrebbero essere calzature estremamente comode poiché dovranno essere indossate per almeno otto ore al giorno. Sul fronte maschile, possono essere consigliati i classici modelli Oxford o, per un look più formale, i Derby, ma anche i mocassini, un vero passepartout anche sul versante femminile. Per lei possono andare bene anche stivaletti, ankle boots, ballerine, Mary Jane (meglio se con tacco quadrato, più comodo). Décolleté nelle occasioni speciali.