Sabato 22 Giugno 2024

Serie tv: le otto più attese del 2023

Ci sono storie di fantascienza, di psichiatri in crisi, di future regine, di superpoteri assenti, di spionaggio internazionale e di musicisti viziosi

Alcune delle serie tv attese per il 2023 (Foto HBO/Apple)

Alcune delle serie tv attese per il 2023 (Foto HBO/Apple)

L'elenco delle serie TV più attese del 2023 è potenzialmente lunghissimo, perché viviamo in un momento particolarmente felice per questo tipo di produzioni. Abbiamo dunque deciso di limitarci a otto titoli, inserendo solamente quelli che sicuramente usciranno nel 2023 (la pandemia di Coronavirus ha portato a molti slittamenti e incertezze). Inoltre, abbiamo privilegiato gli show nuovi: dunque niente seconda stagione di 'Loki', terza di 'The Witcher' e 'Ted Lasso', oppure quarta di 'Succesion' e sesta di 'The Crown'. In alcuni casi però non c'è ancora una data precisa per l'uscita in streaming perché le case produttrici hanno indicato solo un generico 2023.

Leggi anche: Jodie Foster indaga tra i ghiacci. True detective 4: mistero artico

Capodanno 2023: da New York alla Nuova Zelanda i festeggiamenti nel mondo. Le foto

Cinema: i 10 film blockbuster più attesi del 2023

THE LAST OF US (dal 16 gennaio, su Sky) Adattamento ad alto budget di un videogame eccezionale, la serie TV 'The Last of Us' è ambientata in un mondo post apocalittico dove la speranza e la serenità non sono di casa. In questo contesto, un contrabbandiere disincantato e triste riceve l'incarico di scortare un'adolescente presso un insediamento lontano. Il team creativo dello show è di lusso: lo sceneggiatore di 'Chernobyl', uno dei giovani registi più talentuosi in circolazione (Kantemir Balagov) e due star come Pedro Pascal e Bella Ramsey nei ruoli protagonisti. Tutto lascia intendere un risultato finale di altissimo livello. EXTRAORDINARY (dal 25 gennaio, su Disney+) Negli ultimi anni l'intrattenimento televisivo e cinematografico è stato dominato dai supereroi, tanto che oggi il rischio è che tutto si assomigli. 'Extraordinary' promette una boccata d'aria fresca grazie alla storia di una 25enne che è l'unica al mondo priva di poteri speciali: situazione che la fa sentire parecchio inadeguata. I toni sono quelli della commedia ironica e il target di riferimento è dagli adolescenti in su. Creata dai produttori dell'ottimo 'Killing Eve', è scritta da Emma Moran e interpretata da Mairéad Tyers. SHRINKING (dal 27 gennaio, su Apple TV+) La coordinate principali di 'Shrinking' sono tre. Primo, si tratta di una commedia che affronta argomenti seri. Secondo, è interpretata da Jason Siegel ('How I Met Yout Mother') e Harrison Ford, al primo ruolo televisivo da protagonista. Infine, terza coordinata, è una serie scritta da Bill Lawrence e Brett Goldstein, creatori dell'eccellente 'Ted Lasso'. La storia è quella di due psichiatri in crisi esistenziale: uno decide di andare contro ogni regola deontologica e di dire ai pazienti esattamente cosa pensa di loro; il secondo scopre di avere il Parkinson, cosa che lo costringe a riannodare legami famigliari ormai logorati e a gestire amici invadenti. AHSOKA (Disney+) La presenza di 'Ahsoka' in questa lista è dovuta soprattutto all'inevitabile confronto che sarà tracciato con 'Andor'. Siamo nel mondo di 'Star Wars', dove 'Andor' ha rappresentato un'assoluta sorpresa: niente spade laser, niente Forza e storia realistica, a tratti brutale, di cosa significa vivere sotto una dittatura e di quanto costa ribellarsi. Dopo quella che è stata giustamente definita una rifondazione del mito di 'Guerre stellari', cosa farà 'Ahsoka'? A maggior ragione perché la protagonista è una Jedi, ex apprendista di Anakin Skywalker, e questo riporta necessariamente sotto i riflettori gli elementi più evidentemente fantasy della saga (la Forza, per esempio). La speranza è che la nuova serie si inserisca nel solco qualitativo di 'Andor', piuttosto che seguire il sentiero discutibile tracciato da 'The Book of Boba Fett' e 'Obi-Wan Kenobi'. Staremo a vedere. CITADEL (Amazon Prime Video) È lo show più costoso di sempre per Amazon, dopo 'Il signore degli anelli: gli anelli del potere' ed è una serie evento creata dai fratelli Russo (quelli che hanno fatto grandi cose con i supereroi Marvel) insieme a Patrick Moran ('Xena: principessa guerriera', 'Arrow'). 'Citadel' è un thriller di spionaggio interpretato da Richard Madden e Priyanka Chopra. Soprattutto, è annunciato come lo "show madre" che darà origine a una serie di spin-off in lingue e ambientazioni nazionali. Sono già previsti quelli relativi a Italia, India, Spagna e Messico. Insomma, l'idea produttiva è di creare ex novo un universo narrativo che possa essere declinato una quantità di volte in forme diverse. Da qui l'interesse. QUEEN CHARLOTTE: A BRIDGERTON STORY (Netflix) Shonda Rhimes (autrice fra le altre cose di 'Grey's Anatomy') è stata la mente creativa dietro l'enorme successo di 'Bridgerton', ma finora non ha scritto alcun episodio della serie né ha ricoperto il ruolo di showrunner. Succederà invece con lo spin-off 'Queen Charlotte: A Bridgerton Story'. Si tratta di un prequel che racconta come la giovane Charlotte, futura regina, ha incontrato l'amore e ha rivoluzionato il suo mondo per trasformarlo in quello che abbiamo imparato a conoscere grazie a 'Bridgerton'. Golda Rosheuvel torna a vestire i panni della protagonista, mentre la sua versione giovane avrà il volto di India Amarteifio (vista in 'Sex Education'). 3 BODY PROBLEM (Netflix) Si tratta dell'adattamento del romanzo scritto dal cinese Liu Cixin, pubblicato in patria nel 2006 e giunto in Italia solo nel 2017, con il titolo 'Il problema dei tre corpi'. Recensito con toni entusiasti, premiato a più non posso e considerato il migliore libro di fantascienza degli ultimi tempi, racconta la storia del primo contatto fra l'umanità e una civiltà aliena. La versione in forma di serie è in lavorazione dal 2020. I creatori sono David Benioff, Dan Weiss e Alexander Woo: i primi due sono quelli del 'Trono di spade', mentre il terzo è quello di 'The Terror'. Nel complesso, dunque, un trio dal quale è lecito attendersi grandi cose. A loro si aggiungono i produttori esecutivi Rian Johnson e Brad Pitt, e un cast nel quale spiccano Eiza Gonzalez, John Bradley, Liam Cunningham e Jonathan Pryce. Tanta roba. THE IDOL (Sky) Il musicista The Weeknd, vincitore di parecchi Grammy, recita in una serie che esplora il mondo dell'industria musicale di Los Angeles mettendo l'accento sugli aspetti più scabrosi e scandalosi. Lo stesso The Weeknd ha co-creato la serie insieme a Sam Levinson, cioè colui che, grazie all'ottimo 'Euphoria', ci ha raccontato l'adolescenza come un'età di sesso, droga e disperazione (e che ha contribuito a lanciare la carriera di Zendaya). La trama di 'The Idol' ruota attorno a un guru dell'auto-aiuto che diventa il leader di un vero e proprio culto e intreccia una relazione parecchio complicata con una cantante emergente. Quest'ultima è interpretata da Lily-Rose Depp, figlia di Johnny Depp e Vanessa Paradis.