Giovedì 16 Maggio 2024

Ibd Cooking Channel: la webserie di cucina per chi soffre di malattie croniche intestinali

9 puntate sulla web tv del Gambero Rosso, disponibili anche "on demand" online, suggeriranno piatti sani e gustosi ai malati di Mici

Una webserie di cucina per i pazienti affetti da Mici

Una webserie di cucina per i pazienti affetti da Mici

Una webserie di cucina, con protagonista la chef Camilla Monteduro, per suggerire piatti gustosi ma anche sani e inseribili senza problemi nella dieta delle persone affette da malattie croniche intestinali (Mici).

Ibd Cooking Channel, questo il titolo della webserie realizzata da Takeda Italia in collaborazione con Gambero Rosso e con il patrocinio dell’associazione pazienti Amici Italia e della società scientifica IG-Ibd (Gruppo italiano per lo studio delle malattie infiammatorie croniche intestinali), prevede un totale di 9 puntate che saranno trasmesse ogni mercoledì sino al 19 marzo sulla web tv di Gambero Rosso, ma che potranno anche essere viste “on demand” sul canale YouTube e sul sito Gi-point.it di Takeda Italia, oltre che sui canali social di IG-Ibd e Amici Italia.

Tanti piatti dalla dieta mediterranea a misura di Mici

In ciascuna puntata la chef Camilla Monteduro sarà affiancata da alcuni medici specialisti di Ibd, con i quali metterà a punto una ricetta appartenente alla tradizione culinaria della regione di provenienza di ogni singolo esperto, che darà a sua volta utili indicazioni sui cibi più indicati per chi soffre di Mici.

L’alimentazione rappresenta un aspetto molto delicato nella quotidianità di chi soffre di una malattia cronica intestinale e può anche accadere che si inneschi un rapporto conflittuale con la tavola e con le occasioni sociali a essa connesse, con danno anche per il benessere psicologico della persona.

In realtà, le ricerche dimostrano che non c’è sempre un vero rapporto di causa-effetto tra determinati alimenti e la riacutizzazione della malattia cronica intestinale: in assenza di particolari intolleranze alimentari (come quelle alle fibre o al lattosio), i pazienti affetti da Mici possono allora gustare senza problemi tanti piatti della cucina italiana in generale e della dieta mediterranea in particolare, che saranno appunto proposti nelle diverse puntate di Ibd Cooking Channel.

Per informare e per sensibilizzare

Una delle prime domande che il paziente pone al medico, non appena riceve la diagnosi di Mici, è proprio ‘Adesso cosa potrò mangiare?’. Questo interrogativo mostra quanto l’alimentazione influenzi in modo significativo il benessere della persona”, evidenzia Salvo Leone, direttore generale di Amici Italia. “Iniziative come Ibd Cooking Channel sono utili per aiutare i malati a convivere con la malattia nella quotidianità e nelle relazioni sociali, oltre a sensibilizzare chi non conosce tali patologie”.

 

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro