Chi è Lupita Nyong'o: carriera, film più famosi e curiosità

Il Festival di Berlino 2024, in programma a febbraio, ha scelto come presidente della sua giuria un’attrice celebre e apprezzata del calibro di Lupita Nyong'o: ecco chi è

Lupita Nyong'o - Crediti Ansa Foto
Lupita Nyong'o - Crediti Ansa Foto

Nata il 1° marzo del 1983, Lupita Nyong'o è una delle attrici sulle quali Hollywood ha deciso di puntare maggiormente nel corso degli ultimi anni, particolarmente dopo la sua vittoria ai premi Oscar grazie all’eccelsa interpretazione del personaggio di Patsey nel film ‘12 anni schiavo’. Un successo meritatissimo, il suo, che le ha permesso più di recente di portarsi a casa un’altra grande soddisfazione: dal 15 al 25 febbraio prossimi, infatti, Nyong'o presiederà la giuria del prestigioso Festival del Cinema di Berlino.

Gli esordi di carriera e i primi progetti sul grande schermo

Nata in Messico ma di origini kenyote, l’attrice ha mosso i primi passi nel mondo dello spettacolo, invero, in veste di regista e produttrice, lavorando al suo documentario intitolato ‘In my genes’. Il debutto vero e proprio davanti alla telecamera è arrivato però proprio grazie al personaggio di una coraggiosa schiava nella pellicola diretta da Steve McQueen, che le è valso l’Academy Award 2014 come Miglior attrice non protagonista. Il trionfo, per molti versi inatteso, agli Oscar le ha definitivamente aperto le strade dello showbiz: nel giro di pochi anni il pubblico l’ha prima vista nel film ‘Non-stop’ (diretta da Jaume Collet-Serra, la pellicola è uscita nel 2014), poi è stato il turno della nuova trilogia del kolossal fantasy Star Wars di J.J. Abrahams (era la pirata spaziale Maz Kanata, ricreata con la computer grafica) e successivamente ha ottenuto un ruolo di primo piano nei due film Marvel su ‘Black Panther’ (interpretava Nakia) ed è diventata la musa di Jordan Peele per l’inquietante e profonda pellicola horror ‘Noi’. Nel suo curriculum, in aggiunta, l’attrice vanta tra le altre cose anche un’esperienza in veste di doppiatrice nel live action Disney ‘Il libro della giungla’ di Jon Favreau, dove ha prestato la voce al personaggio della madre adottiva di Mowgli, la lupa Raksha. A teatro invece il pubblico ha apprezzato le sue doti nello spettacolo ‘Eclipsed’, grazie al quale si è guadagnata una candidatura al Tony Award come Miglior attrice protagonista in uno spettacolo teatrale. Lupita Nyong'o, che vanta un fascino indubbio e tipicamente centrafricano, è stata incoronata donna più bella del mondo dalla prestigiosa rivista People nel 2015.

Due importantissimi traguardi personali

Ci sono almeno altri due motivi per cui vale la pena ricordare la rilevanza che un personaggio come Lupita Nyong'o riveste nel cinema di oggi. Innanzitutto, è ricordata come una delle prime donne ad aver parlato apertamente e senza filtri degli abusi subiti da parte di Harvey Weinstein, il produttore travolto dallo scandalo #MeToo nel 2016 e successivamente condannato per molestie. In secondo luogo, è importante sottolineare che la presidenza del Festival del Cinema di Berlino non era mai stata prerogativa di un’attrice africana prima d’ora.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro