Chi è Cathy La Torre, Avvocathy sui social

Il 13 febbraio esce ‘Non è normale’, il nuovo libro dell’avvocata e attivista sulle varie facce della violenza

Cathy La Torre - Crediti Ansa Foto
Cathy La Torre - Crediti Ansa Foto

Il 13 febbraio uscirà, per Feltrinelli, il nuovo libro di Cathy La Torre, avvocata e attivista per i diritti umani e civili. Nella sua opera dal titolo ‘Non è normale’ l’autrice, nota sui social come @avvocathy, seguita da quasi 1 milione di follower su Instagram, illustra le varie forme e manifestazioni della violenza, spiegando come riconoscerle e come uscire dalla spirale. Il punto fondamentale è imparare a non pensare che sia un’espressione di amore – per esempio telefonate ossessive, controlli maniacali, avance senza consenso – ciò che invece è un reato.  

Origini e carriera

Cathy La Torre è nata a Erice (Trapani) nel 1980. Attualmente, per ragioni professionali e personali, si trova a vivere tra tre posti diversi in Italia: Milano, Bologna e la Sicilia. Da tempo porta avanti lotte per la parità di genere e contro ogni forma di violenza. - Ha fondato lo studio legale Wildside Human First, che dirige. - Nel 2008 ha lanciato il Centro Europeo di Studi sulla Discriminazione. - Ha ricoperto la carica di vicepresidente del Movimento Identità Trans. - Nel 2019 ha ricevuto a Bruxelles il riconoscimento di The Good Lobby come miglior avvocata pro-bono d’Europa, e nel 2020 del premio Coraggio Emanuela Loi.

Vita privata e curiosità

- In una recente intervista Cathy La Torre ha raccontato di essere diventata genitore intenzionale per i suoi nipoti, di 12 e 16 anni, dopo la scomparsa improvvisa del cognato, Gregory Bongiorno, phe è stato Presidente di Sicindustria ed è mancato nel gennaio 2023 per un arresto cardiaco, a soli 47 anni. - Era amica della scrittrice e attivista Michela Murgia, morta nell’agosto 2023 per un tumore. Cathy l’ha assistita in diverse cause di diffamazione a mezzo social, in seguito all’odio e alle offese di vari haters, e ne ha curato anche le ultime volontà a livello legale. - La Torre ha affermato di essere una persona non binaria, non sentendo appartenenza totale né al genere maschile né al genere femminile. - È in terapia da vent’anni ed è impegnata a sensibilizzare sull’importanza della salute mentale. - Per le sue battaglie è stata attaccata con episodi di insulti, minacce, cyberstalking. - Ha parlato con Papa Francesco del tema della violenza, dicendo, come ha dichiarato, di voler cominciare un percorso per formare preti, suore e fedeli sull’argomento, dal momento che le parrocchie sono importanti luoghi di comunità e aggregazione sociale. - In precedenza, con Mondadori, La Torre ha pubblicato ‘Nessuna causa è persa’ e ‘Ci sono cose più importanti’. - Scrive e produce con Guglielmo Scilla il podcast ‘Invertiti – storie di gay, lesbiche, bisessuali, trans e travestite che hanno invertito il corso della Storia’.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro