Martedì 28 Maggio 2024
ELETTRA BERNACCHINI
Magazine

Cannes 2024: in concorso c’è Paolo Sorrentino. Tutti i film in gara

Con 'Parthenope' il regista napoletano sarà per la sesta volta in Croisette. 'I dannati' di Roberto Minervini nella sezione 'Un Certain Regard'. Tornano anche Francis Ford Coppola e Kevin Costner

Paolo Sorrentino con 'Parthenope' sarà in concorso a Cannes 2024 (Ansa)

Paolo Sorrentino con 'Parthenope' sarà in concorso a Cannes 2024 (Ansa)

Roma, 11 aprile 2024 – Il 77° Festival di Cannes, in programma dal 14 al 25 maggio 2024, si preannuncia molto entusiasmante. Il presidente Iris Knobloch e il delegato generale Thierry Fremaux hanno svelato in conferenza il cartellone di titoli in concorso: sarà uno spazio dedicato al bel cinema a 360 gradi, dalla Hollywood di qualità agli autori europei affezionati alla kermesse fino al Medio Oriente e all'Asia. Per l'Italia, in gara per la Palma d'Oro e in anteprima mondiale, c'è 'Parthenope' di Paolo Sorrentino, che torna sulla Croisette a nove anni da 'Youth' (2015), con Gary Oldman protagonista e Luisa Ranieri, Silvio Orlando, Isabella Ferrari, Stefania Sandrelli nel cast. "La storia di una ragazza il cui problema nella vita è di essere giovane e bella, mentre vorrebbe venire considerata per altro rispetto alla bellezza", ha affermato il direttore Fremaux.  

Gli italiani a Cannes 2024

Per il regista napoletano questo è il sesto anno da protagonista sulla Croisette, dove è stato anche membro della giuria e ha consegnato la Palma d'Oro alla carriera al maestro Marco Bellocchio nel 2021. Nove anni fa l'ultima partecipazione con "Youth", con Michael Caine e Harvey Keitel, e prima ancora con "La grande bellezza", poi vincitore dell'Oscar.

A sfidarlo, tra le tante opere, sarà 'Marcello Mio' di Christopher Honeré, con Catherine Deneuve e Chiara Mastroianni, che sempre a Cannes ma nel 2019 ha vinto il premio comemigliore attrice grazie al suo film 'Chambre 212', nella sezione Un Certain Regard. 'Marcello Mio', seppur diretto da un francese, è un dichiarato omaggio al nostro grande Marcello Mastroianni, nell'anno per altro del centenario dalla sua nascita avvenuta il 28 settembre1924. Chiara Mastroianni, che col regista Honeré ha già lavorato molte volte, diventa ossessionata dalla figura di suo padre tanto da vestirsi come lui e farsi chiamare come lui, fino a diventare lui.

Infine, nella sezione Un certain regard, gareggia un altro italiano, Roberto Minervini, con 'I dannati'. "Un film bellico, sullaguerra civile con protagonisti giovani soldati che combattono controun nemico invisibile – ha detto il direttore Frémaux in conferenza stampa.  

Il ritorno di Francis Ford Coppola

Cannes 2024 è riuscito anche nel colpaccio di avere in concorso 'Megalopolis', il film di Francis Ford Coppola rimasto per 40 anni nel cassetto, vincendo la competizione con i festival di Venezia e Toronto. L'opera del cineasta statunitense ancora sembra avere un destino distributivo incerto, nonostante sia atteso in autunno nelle sale Imax: debutterà in Croisette il 14 maggio e questo, senza dubbio, aiuterà a sciogliere alcuni nodi. "È un progetto a cui Coppola guardava da tempo e che ha realizzato indipendentemente, da vero artista", ha detto recentemente in un'intervista il direttore Fremaux, alludendo ai circa 120 milioni di dollari che l'85enne regista del 'Padrino' avrebbe messo di tasca sua per completare il progetto. Nel cast interpreti del calibro di Adam Driver, Giancarlo Esposito, Nathalie Emmanuel, Jon Voight, Laurence Fishburne, Shia LaBeouf, la sorella di Coppola, Talia Shire col figlio Jason Schwartzman, Dustin Hoffman e tanti altri. Una produzione travagliata, come spesso capita sui set di Coppola, per un film la cui trama è tenuta strettamente sottochiave. Gli elementi della sceneggiatura trapelati ci trasportano negli Anni 80 dove un architetto vuole ricostruire un'utopica New York City, dopo un disastro devastante, isprandosi all'epopea dell'antica Roma, tanto da soprannominare New Rome la città che sta ideando. Sui social, a settembre 2023, il regista aveva anche cavalcato l'onda del meme chiedendosi "Quante volte al giorno penso all'Impero Romano?", anticipando l'uscita di 'Megalopolis'.

Thierry Fremaux e Iris Knobloch in conferenza stampa presentano i film di Cannes 2024 (Ansa)
Thierry Fremaux e Iris Knobloch in conferenza stampa presentano i film di Cannes 2024 (Ansa)

Tutti i film in concorso

In apertura del concorso, il 14 maggio, ci sarà 'Le Deuxième Acte' di Quentin Dupieux. Occhi puntanti anche su 'The Apprentice' di Ali Abbasi, con Sebastian Stan nei panni di un giovante e rampante Donald Trump, e di nuovo su Yorgos Lanthimos che dopo l'enorme successo di 'Povere Creature!' presenta 'Kind of Kindness', che vede nel cast la sua musa Emma Stone più il ritorno di Willem Defoe, Margaret Qualley e altri. Completano l'elenco di film in gara per la Palma d'oro 'Motel Destino' di Karim Aïnouz, 'Bird' di Andrea Arnold, 'Emilia Perez' di Jacques Audiard, 'Anora' di Sean Baker, 'The Shrouds' di David Cronenberg, 'The Substance' di Coralie Fargeat, 'Grand Tour' Miguel Gomes, 'Caught by the Tides' di Jia Zhang-Ke, 'All We Imagine As Light' di Payal Kapadia, 'L’amour ouf' di Gilles Lellouche, l'opera prima di Agathe Riedinger 'WildDiamond', 'Oh Canada' di Paul Schrader, 'Limonov – The Ballad' di Kirill Serebrennikov e 'The Girl with the Needle' di Magnus Von Horn.  

Sezione Un Certain Regard

I i film in gara oltre a 'Marcello Mio' di Christopher Honeré sono 'Norah' di Tawfik Alzaidi, 'The Shameless' di Konstantin Bojanov, 'Who Let the DogBite?' di Lætitia Dosch, 'Black Dog' di Guan Hu, 'L’histoire desouleymane' di Boris Lojkine, 'On Becoming a Guinea Fowl' di Rungano Nyoni, 'My Sunshine' di Hiroshi Okuyama, 'Santosh' di Sandhya Suri e 'Viet and Nam' di Truong Minh Quy. A questi si aggiungono le opereprime 'Le Royaume' di Julien Colonna, 'Vingt Dieux!' di Louise Courvoisier, 'The Village Netx to Paradise' di Mo Harawe, 'September Says' di Ariane Labed e 'Armand' di Halfdan Ullman Tøndel.  

Costner fuori concorso

"Erano venti anni che non avevo il piacere di tornare sulla Croisette - ha affermato Kevin Costner - ho aspettato il momento giusto e sono orgoglioso di dire che è arrivato. 'Horizon, An American Saga' è una storia iniziata 35 anni fa e non posso pensare a un posto migliore del Festival di Cannes per rivelarlo al mondo". Il primo capitolo dell'epopea western firmata dal regista di 'Balla coi lupi' è uno dei titoli che rende speciale anche il Fuori concorso di Cannes 2024. 'Horizon, An American Saga', che vede Costner anche come protagonista, vanta nel cast Sienna Miller, Sam Worthington e Jena Malone e sarà al Festival 19 maggio. Ancora 'She’s got no name' di Chan Peter Ho-Sun, il divertente 'Rumours' di Evan Johnson, Galen Johnson e Guy Maddi con Cate Blanchett e Alicia Vikander e quello che si prevede essere il blockbuster-evento dell'anno: 'Furiosa: A Mad MaxSaga' di George Miller. Quinto capitolo del franchise di 'Mad Max', prequel e spin-off dell'originale, porterà in Croisette le star protagoniste Anya Taylor-Joy e Chris Hemsworth e forse il resto dell''incredibile cast.  

La Palma d'oro alla carriera

A presiedere la giuria del Festival quest'anno è Greta Gerwig, fresca dei record al botteghino internazionale con 'Barbie'. La sua scelta non è stata priva di qualche polemica, ma poco importa perché la sua edizione entrerà comunque nella storia del cinema grazie alla consegna della Palma d'oro onoraria a George Lucas in persona. La cerimonia chiuderà la kermesse, il 25 maggio. Il padre di 'Star Wars' e 'Indiana Jones' ha, nelle parole degli organizzatori di Cannes 2024, contribuito a costruire "un impero di Hollywood" grazie anche alla sua "instancabile passione per la tecnologia" che lo hanno reso "uno dei pionieri dell'industria degli effetti speciali". Senza Lucas non ci sarebbe stata Gerwig, senza Indiana Jones non ci sarebbe stato Ken: è la bellezza del cinema che arriverà in Croisette con tutto il suo fascino.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro