Bobi, il cane più vecchio del mondo, potrebbe essere un ‘impostore’

Molti veterinari sono scettici sulla possibilità che un cane possa raggiungere i 31 anni di vita, e le cose che non tornano sono molte. Oggi il Guinness World Record ha sospeso il titolo

Il cane Bobi

Il cane Bobi

Bologna, 16 gennaio 2024 – Trentuno anni, 5 mesi e 10 giorni di vita: è questo il record di Bobi, il cane che fino a oggi era ritenuto il cane più longevo della storia, passato a miglior vita il 21 ottobre 2023. Secondo il proprietario Leonel Costa, il quadrupede, di razza rafeiro do alentejo, era nato l’11 maggio 1992, parte di una cucciolata di altri 4 cagnolini maschi, che non avrebbero però avuto la sua stessa fortuna: a poche ore dalla nascita, infatti, sarebbero stati sepolti vivi dal padre di Leonel, che non voleva badare ad altri animali. Bobi si è salvato inconsapevolmente – ha raccontato Costa –  nascondendosi tra la legna. 

Un predestinato? Il 1° febbraio 2023, il Guinness World Records ha certificato l’età del cane, che ha strappato quindi il record di ‘più anziano di sempre’ a Bluey, una cagnolina morta nel 1939 all’età di 29 anni e 5 mesi. A comprovare la longevità di Bobi c’era il database nazionale degli animali domestici del Portogallo.  Ma il primato è stato ora messo in discussione.

I dubbi non sono mai mancati: molti veterinari, come la britannica Danny Chambers sentita dal Guardian, ha affermato che nessuno dei suoi colleghi ha mai creduto realmente che Bobi potesse davvero avere 31 anni. Dal punto di vista medico-fisico, non è mai stato condotto un test specifico che verificasse l’età esatta dell’animale, ritenuto dagli esperti semplicemente come “anziano”. La stessa anagrafe portoghese ha poi specificato di non disporre degli strumenti adeguati per assicurarne la veridicità: i certificati di nascita dei cani sono infatti delle auto-certificazioni a cura dei padroni. E ad alimentare gli interrogativi anche l’aspetto fisico del cane: il colore delle zampe non corrispondeva infatti a quello che compariva nelle foto del cane fatte risalire agli anni Novanta. Il sospetto è quello che si tratti di due esemplari diversi. 

Dopo un’inchiesta approfondita di Wired, che ha chiesto spiegazioni al Guinness World Records, l’ente ha deciso oggi di sospendere il record di Bobi, in attesa di un’indagine. Il database portoghese ha dichiarato di non essere mai stato contattato per una verifica ufficiale, mentre Leonel Costa ha rifiutato di rispondere alle domande di Wired.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro