Arbore, l’altra nostalgia: "Con Mina, Carrà, Vasco nella mia bottega pop"

Da dopodomani la nuova edizione dello show di Renzo “Appresso alla musica“. Venti puntate di rarità d’autore. Aspettando la festa dei 100 anni della radio.

Arbore, l’altra nostalgia: "Con Mina, Carrà, Vasco nella mia bottega pop"
Arbore, l’altra nostalgia: "Con Mina, Carrà, Vasco nella mia bottega pop"

C’è Raffaella Carrà "che debutta come ballerina a Speciale per voi, cade, si rialza e continua a danzare", ci sono "il debutto di Vasco Rossi, ma anche il primo Bollani, Elio e le Storie Tese, miei complici tante volte. E le prime apparizioni di Pino Daniele o Claudio Baglioni, artisti che sono usciti fuori con noi, con me e Boncompagni, che facevano una tv da deejay". Renzo Arbore ha scelto "le chicche" del suo decennale e appassionato viaggio nella musica italiana e internazionale per la versione inedita e rinnovata di Appresso alla musica - Premiata bottega di antiquariato musicale con cui torna su Raidue da giovedì 4 gennaio alle 23.15 (in replica il mercoledì successivo su Rai5 alle 22.15 e su RaiPlay). "Con Gegè Telesforo, mio figlioccio, mio maieuta nonché mio complice da quando aveva diciotto anni – racconta Arbore, 86 anni – siamo andati a ripescare, con la complicità di Rai Teche, aneddoti, curiosità e contributi video inediti della mia lunga carriera televisiva dedicata alla musica, dall’Altra domenica a Cari amici vicini e lontani, da Doc a Meno siamo meglio stiamo, da Tagli ritagli e frattaglie a No, non è la Bbc. Attenzione, però: è un programma di Rai Cultura, non è una trasmissione strillata... è un campionario della mia televisione, da Battisti in bianco e nero a Mina, da Troisi a Blitz con Minà, dai miei primi concerti swing a Parma alla prima apparizione di Banfi con cui poi ho fatto tante cose, dalla sigla di Bandiera gialla cantata da Rocky Roberts a un’esibizione mia con Murolo e Dalla sulle note della canzone napoletana, insomma tanta roba...".

Venti puntate condotte da Arbore e Telesforo, scritte con lo stesso Telesforo e Ugo Porcelli, che cadono in occasione di un compleanno speciale, i 70 anni della tv: "Certo, è un motivo di emozione in più – sottolinea Arbore – ma questo è soprattutto un programma musicale, un campionario della mia tv che non è tv d’epoca, perché ho sempre realizzato le mie idee pensando al futuro, piuttosto è una tv antica e perciò preziosa", tra l’altro oggetto di un accurato lavoro di restauro e di rimasterizzazione audio affidata ad Emiliano Portone. Ed è tv d’autore, "conserva le mie caratteristiche personali di appassionato che ha attraversato con leggerezza, ma spero con competenza, la storia della musica", in un panorama spesso a corto di idee. Arbore, intanto è stato coinvolto dalla Rai per le celebrazioni di un altro importante anniversario, i 100 anni della radio, il 6 ottobre 2024.

R.S.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro