Giovedì 20 Giugno 2024
MARINA SANTIN
Magazine

Api da proteggere. Il meeting per tutelare la biodiversità

In occasione delle Giornate Mondiali delle Api e della Biodiversità, che cadono rispettivamente il 20 e 22 maggio, 3Bee, leader...

Api da proteggere. Il meeting per tutelare la biodiversità

Api da proteggere. Il meeting per tutelare la biodiversità

In occasione delle Giornate Mondiali delle Api e della Biodiversità, che cadono rispettivamente il 20 e 22 maggio, 3Bee, leader nel settore nature tech, per portare l’attenzione sul problema del declino della biodiversità, ha organizzato, il 21 maggio, il 3Bee Biodiversity Summit, vertice annuale dedicato alla biodiversità, con un focus sugli aspetti di monitoraggio, tutela e rigenerazione.

L’incontro, si rivolge ai principali attori e professionisti impegnati nella protezione e tutela della biodiversità, con l’obiettivo di condividere conoscenze, esperienze, best practice e idee innovative in questo ambito e di ribadire l’importanza della divulgazione e sensibilizzazione con un approccio scientifico. "3Bee è uno dei principali attori del monitoraggio della biodiversità – spiega Virginia Castellucci, Head of Sustainability di 3Bee – per questo, abbiamo sentito l’esigenza di creare un momento, con cadenza annuale, che riunisse gli esperti per fare il punto sullo stato di conservazione della biodiversità".

Per un’intera giornata si confronteranno tantissimi ospiti, tra cui Elena Grandi, Assessore al verde di Milano e Maurizio Casiraghi, zoologo e prorettore alla didattica in Bicocca. Ai quali si affiancheranno Mattia Battagion, Head of Sustainability in Will e Chora; Gianluca Grimalda, ricercatore e social scientist; Valeria Barbi, naturalista e politologa; e Antonia Bruno, ricercatore in microbiologia, per individuare le strategie più idonee da adottare.

E in questo contesto, il contributo di 3Bee si rivela fondamentale. "3Bee – continua Castellucci – monitora la biodiversità attraverso le sue tecnologie. La nostra esperienza è un tassello importantissimo perché prima di occuparsi di un problema è necessario conoscere il suo stato e solo dopo avere i dati del monitoraggio si potrà procedere con delle strategie di rigenerazione della biodiversità". Un altro aspetto fondamentale è la sensibilizzazione, "Un tema che ci sta a cuore – sottolinea la manager – tanto che in 3Bee c’è un team dedicato che si occupa interamente di divulgazione e sensibilizzazione, con corsi riservati ai professionisti del settore e iniziative per il pubblico".

Dopo il debutto, lo scorso febbraio, del Podcast Biodiverso, 3Bee si prepara a lanciare un’altra novità. "Il 5 giugno arriverà Biodiversa, la prima app gratuita per il monitoraggio della biodiversità e per la tutela degli ecosistemi, che permetterà a tutti di contribuire alla creazione del primo archivio in Europa dedicato alla flora e, in una seconda fase, alla fauna, offrendo anche la possibilità di collaborare alla ricerca di soluzioni scientifiche. I suoi obiettivi sono molteplici, oltre al potenziamento della raccolta dati grazie al contributo degli utenti, ha anche uno scopo formativo, perché, con giochi e challenge, insegna molto sulla biodiversità a livello vegetale, e, inoltre, mira a formare una community di ambassador della biodiversità".