Con il sostegno di:

Terrazze Alte, il Pinot Nero che viene… dell’alto


Corvino San Quirico (Pavia) – Una collina nella collina, dove a fare la differenza è la ripidezza, in grado di creare nello stesso appezzamento situazioni microclimatiche molto differenti.

E’ qui che si arrampicano i vigneti della Tenuta Mazzolino, nell’omonimo borgo frazione di Corvino San Quirico, Oltrepò Pavese. E’ qui che Francesca Seralvo, terza generazione alla guida dell’azienda, ha deciso insieme all’enologo Stefano Malchiodi di esaltare questa peculiarità, andando a produrre un vino da uve provenienti esclusivamente dalla parte alta delle vigne. Nasce così, da una costola del Terrazze, il Terrazze Alte, Pinot Nero in purezza che a differenza del ‘fratello’ richiede qualche mese in più in vasca e viene così imbottigliato dopo la vendemmia successiva.

“Nella parte alta le vigne rendono meno – spiega Malchiodi – la terra è calcareo-gessosa fin dalla superficie, l’argilla è stata dilavata dall’erosione. Al contrario nella parte inferiore di questi ripidi pendii, si ha una maggiore concentrazione di argilla e di conseguenza le vigne risultano più rigogliose e ricche”.

Il risultato è un vino di colore rubino delicato ma brillante, con leggeri riflessi rosso mattone. Al naso risulta intenso, con quegli aromi tipici del Pinot Nero come i sentori di frutta rossa e qualche nota speziata. Al palato è secco, agile e regala un tannino equilibrato e vellutato.

Terrazze Alte, Tenuta Mazzolino. 21 euro