Risotto ai fiori di zucchina e tartufo di Bellagio

Un piatto che rispecchia la lunga tradizione familiare, risalente al 1973, del ristorante Salice Blu

di RAFFAELLA PARISI -
14 aprile 2024
Risotto ai fiori di zucchina e tartufo di Bellagio

Risotto ai fiori di zucchina e tartufo di Bellagio

Una lunga tradizione familiare per il ristorante Salice Blu di Bellagio che risale nel 1973 quando Mino e Flora Gandola fecero accomodare i primi clienti. Il ristorante fa parte dei 112 locali dell'unione Ristoranti del Buon ricordo prima associazione tra ristoratori in Italia nata nel 1964.

Quest'anno ha cambiato la specialità del buon ricordo realizzando un commistione di profumi e sapori con il risotto ai fiori di zucchina e tartufo di Bellagio. Oggi ai fornelli il figlio Luigi Gandola che prosegue con la passione per cucina italiana e il rispetto per il lago di Como.

Ingredienti 

  • 70 g di riso Carnaroli
  •  30 g di burro
  • 50 g di fiori di zucchina
  • 30 g di tartufo Scorzone
  • 1 scalogno piccolo
  • 250 ml di acqua
  • 20 g di Parmigiano grattugiato
  • 5 ml di panna fresca
  • 20 ml di vino bianco secco
  • 15 ml di olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Pelare lo scalogno e tritarlo finemente. Lavare delicatamente i fiori di zucchina, mondarli e tagliarli a julienne. Mettere una casseruola sul fuoco con circa 10 g di burro e un filo di olio. Quando il burro è sciolto unire lo scalogno e rosolarlo dolcemente fino a farlo appassire completamente. Aggiungere quindi i fiori di zucchina e rosolarli per 5 minuti in modo da eliminare tutta l’acqua che contengono. Bagnare con il vino e lasciare evaporare completamente la parte alcolica prima di aggiungere la panna. Far ridurre un minuto e unire il riso. Spegnere il fornello, far riposare per 5 minuti e quindi riprendere la cottura a fuoco dolce aggiungendo acqua bollente, un mestolo alla volta. Usare l’acqua, non il brodo per non coprire i sapori. Cuocere il riso per 15 minuti, alla fine regolare di sale e di pepe, togliere dal fuoco e unire il burro rimasto, un filo di olio e il Parmigiano grattugiato. Lasciare riposare 3 minuti, quindi porre il risotto sul piatto e servirlo con lamelle di tartufo molto fini.

Vino in abbinamento

I profumi e i sapori delicati dati dai fiori di zucchina e dal tartufo Scorzone si accompagnano .con un vino bianco di media struttura e delicato, come un Cortese di Gavi.