Le guide enologiche internazionali certificano l’eccellenza diffusa dell’Alto Adige


Anche per il 2021 o è stata confermata l’eccellenza dei vini altoatesini e il lavoro dei produttori ai vertici del panorama internazionale. A dimostrarlo, i prestigiosi riconoscimenti e relativi punteggi assegnati loro da cinque fra le più rinomate guide enologiche internazionali. Da Decanter a Robert Parker, da Vinum a Falstaff passando per James Suckling i vini prodotti dalle cantine, dalle tenute e dai vignaioli indipendenti dell’Alto Adige hanno ottenuto anche nel 2021 punteggi eccellenti per ben 73 volte.

A dimostrazione dell’ampiezza dell’offerta vinicola dell’Alto Adige c’è il fatto che i complessivi 73 punteggi massimi assegnati a 57 diversi vini siano distribuiti tra ben oltre 24 produttori. Significativo il prestigioso riconoscimento assegnato a Cantina Terlano che ha ottenuto il primo posto nella categoria ‘Best White’ nella guida enologica Decanter World Wine Awards con il suo ‘Terlaner Grand Cuvée 2018’. “Questi importanti riconoscimenti – afferma il direttore del Consorzio di tutela,  Eduard Bernhart – ci riempiono di orgoglio e premiano il minuzioso e paziente lavoro di tutti coloro che a vario titolo sono coinvolti nel settore vitivinicolo e che, instancabili, si prodigano per portare nei calici di tutto il mondo vini di altissima qualità capaci di trasmettere al meglio la vocazione enologica del nostro territorio.”

Confrontando le classifiche tra vini bianchi e rossi, il risultato – almeno per quanto riguarda le loro valutazioni nelle cinque più prestigiose guide enologiche internazionali – è indiscutibile. Tra i 57 vini dell’Alto Adige valutati con 95 o più punti, ci sono 36 bianchi, 18 rossi e 3 spumanti metodo classico. Tra i vini bianchi i Sauvignon (10 punteggi massimi per 8 vini) e i Terlaner (10/3) si collocano al primo posto, seguiti dal Gewürztraminer (8/7), dal Bianco dell’Alto Adige (7/4), dal Pinot bianco (6/6) e dallo Chardonnay (6/5) nonché dal Riesling con due valutazioni di almeno 95 punti. Moscato giallo, Kerner, Sylvaner e Grüner Veltiner chiudono la lista con un punteggio massimo per ciascuno. Trionfatore assoluto, e non solo tra i vini rossi, è tuttavia il Pinot nero, che ha ottenuto 12 punteggi massimi per 11 vini. La classifica dei rossi prosegue con Cabernet Sauvignon (3), Lagrein (2) e Merlot (2).