Con il sostegno di:

5 cose non troppo comuni da vedere a Londra in un weekend

Quartieri e mercati popolari, botteghe storiche, angoli d’oriente e locali eccentrici: ecco 5 cose fuori dagli itinerari turistici da vedere in un weekend a Londra

5-cose-non-troppo-comuni-da-vedere-a-londra-in-un-weekend

Londra è una città dai mille volti: quello urbano con gli uffici e i grattacieli, quello storico con i monumenti, quello romantico di Notting Hill, quello hippie di Portobello Road, quello in cui dedicarsi allo shopping a Oxford Street e Piccadilly. Ci sono però altre attrazioni della capitale inglese – che da inizio ottobre 2021 per i viaggiatori provenienti dall’UE è raggiungibile solo se muniti di passaporto – meno conosciute e altrettanto interessanti, che meritano una visita. Eccone 5, fuori dai soliti itinerari, da fare e vedere in un fine settimana nella City.

 

1. Passeggiare nel quartiere Hampstead

Nella zona nord di Londra, perfettamente raggiungibile da ogni parte della città grazie alla stazione metro Hampstead, si trova l’omonimo quartiere. Si tratta di un sobborgo pieno di colori e ricco di piccole e affascinanti viuzze da scoprire. La strada principale è Hampstead High Street, costeggiata da negozi di souvenir, boutique, localini e pub in cui fermarsi per un brunch o solo per bere una birra al volo. In ogni traversa che incrocia la via centrale ci si imbatte in luoghi particolari e caratteristici. Una delle zone più affascinanti del quartiere è Flask Walk: una stradina che si trova appena fuori dall’uscita della metropolitana, dove si può fare shopping in botteghe vintage e scoprire vecchi caffè. Gli appassionati di antiquariato, in particolare, possono fare tappa all’Hampstead Antique & Craft Emporium, un immenso showroom di oggetti antichi. Al centro del quartiere sorge, inoltre, un grande parco – l’Hampstead Heath – che, con i suoi sentieri immersi nei boschi, è l’ideale per riuscire a passeggiare a contatto con la natura e lontano dalla confusione. E magari, nelle giornate di sole, anche per concedersi un pic-nic.

 

2. Visitare il Buddhapatipa Temple

È il primo tempio costruito nel Regno Unito e si trova a Wimbledon (14 Calonne Road, Wimbledon), nella periferia sud-occidentale di Londra. Il Buddhapatipa Temple è stato edificato in perfetto stile thailandese e ancora oggi è la dimora di alcuni monaci buddisti che nelle sue sale vivono e si ritirano in preghiera. Si tratta però anche di un monumento aperto al pubblico: è possibile visitare sia la struttura centrale che un cottage secondario. Immerso in un piccolo angolo d’Oriente la struttura all’esterno comprende anche un lago artificiale, un bosco in cui quiete è la parola d’ordine, una zona recintata che è diventata un giardino dove poter ammirare diverse tipologie floreali e anche un frutteto. Per raggiungere il tempio è consigliabile prendere l’autobus 93 e scendere alla fermata Calonne Road.

 

3. Perdersi nella libreria Stanfords

La libreria Stanfords è il luogo ideale per i lettori appassionati di viaggi. Fondata nel 1853 da Edward Stanfords, cartografo della regina Vittoria, come location in cui acquistare mappe e atlanti, è oggi un’istituzione per tutto ciò che riguarda il settore travel. Non solo guide turistiche e cartine geografiche ma anche pile di romanzi sul viaggio, diari di bordo e raccolte di racconti per bambini. Gadget, oggetti di cancelleria e un’intera sala dedicata a mappamondi di tutte le dimensioni. Il posto perfetto in cui imparare a viaggiare, non solo con la fantasia! The StanfordsTravel Bookstore si trova a Mercer’s walk, a due minuti a piedi dalla fermata metro di Covent Garden.

 

4. Scoprire il Columbia Road Flower Market

Ogni domenica, dalle 8:00 alle 14:00, Columbia Road, nell’East End di Londra, si colora di tante sfumature e si riempie di profumi grazie a un grande e caratteristico mercato floreale: il Columbia Road Flower Market. Si tratta di uno dei più antichi mercati di Londra, la sua origine risale infatti al 1869 ma all’epoca si trattava di una rivendita di generi alimentari. Si fa invece risalire agli anni ’60 del ‘900 l’attuale organizzazione che vede sugli stand solo fiori freschi, bulbi e piante di ogni genere. I prezzi del mercato sono molto competitivi ma soprattutto, attraversarlo, mostra una delle facce inedite di Londra, quella popolare e genuina. Lungo tutta Columbia Road – facilmente raggiungibile dalla stazione metro di Hoxton – si trovano anche tanti piccoli locali in cui fermarsi a pranzo dopo il tour del mercatino.

 

5. Farsi arrestare all’Alcotraz

Se si desidera trascorrere una serata fuori dal comune ma tanto divertente, uno dei locali perfetti a Londra è l’Alcotraz, al 212 di Brick Lane (a meno di 5 minuti a piedi dalla fermata metro Shoreditch High Street). Chi sceglie questo cocktail bar si troverà a trascorrere volontariamente una serata in prigione. Il locale simula infatti l’interno di una struttura penitenziaria con grande attenzione ai dettagli. All’ingresso viene consegnata a tutti i clienti la classica tutona arancione da indossare sopra i vestiti; i tavoli del locale sono delle vere e proprie celle, con tanto di sbarre di ferro e divise in blocchi a seconda dei posti a sedere. E anche i membri dello staff partecipano al gioco di ruolo: barman e camerieri sono travestiti da poliziotti e, tra le celle, a controllare che tutto sia in ordine, passeggia il direttore del carcere-bar. L’Alcotraz è un locale abbastanza frequentato non solo dai turisti ma anche dai giovani londinesi. Per questa ragione, soprattutto nei weekend, è consigliabile prenotare un tavolo.