Il sito di Donald Trump
Il sito di Donald Trump

Roma, 3 aprile 2021 - La foto di copertina è quella che ha fatto il giro del mondo. Donald e Melania Trump in pista nel primo ballo dopo la vittoria. E' il gennaio 2017 e tutti - opinionisti e giornali compresi - hanno ormai digerito la notizia: l'outsider è diventato 45esimo presidente degli Stati Uniti. Ora è ufficiale: il tycoon è tornato. Oscurato dai social, dato come fondatore del partito dei patrioti, Donald Trump ha lanciato il suo sito da 45esimo commander in chief (45office.com). Ma, sorpresa, non è da solo in questa ripartenza. Al suo fianco c'è sempre lei, la donna che per i media globali doveva già avere l'assegno di divorzio in tasca, "appena" 50 milioni di dollari.

Prenotate Donald e Melania

La notizia che Donald avesse aperto un ufficio da ex presidente era nota da mesi. A gennaio tutti avevano dato conto di questa mossa, affidandosi alla didascalia dello staff:  "Sarà responsabile della gestione della corrispondenza, delle dichiarazioni pubbliche, delle apparizioni e delle attività ufficiali del presidente Trump per promuovere gli interessi degli Stati Uniti e portare avanti  l'agenda della sua amministrazione". Oggi però appare chiaro che l'impresa non sarà solitaria. L'altra metà della 'società' è Melania, quella che per i bookmakers e le femministe di tutto il mondo doveva già essere molto lontana dal marito. Negli ultimi giorni di presidenza si erano sprecati commenti a investigare l'espressione del volto della first lady che tornava ad essere Melania, qualcuno era andato oltre e aveva intravisto la prossima fuga dagli outfit liberi e spensierati dello sbarco in Florida. 

Invece il tycoon ha stupito tutti un'altra volta. Il sito informa gli americani che l'ex coppia presidenziale - veramente i titoli sono sempre al presente - può essere contattata per un saluto personalizzato ma anche per la partecipazione a eventi. E qui il modulo da compilare ha domande tipicamente trumpiane. Si chiede il nome e la descrizione dell'organizzazione ospitante, il sito web. Ma soprattutto: i media saranno presenti? E ancora: ci saranno invitati importanti? Si consiglia quindi di indicare il numero stimato di partecipanti, dettaglio che è una fissa dell'ex presidente, abituato da sempre a misurare il successo dall'audience. 

Ascoltiamo l'America

Ma c'è anche tanta politica nelle pagine del sito. Che, senza fare il minimo cenno ai due processi per impeachment - come ha subito fatto notare la stampa Usa - ricorda che "Donald Trump ha lanciato il movimento politico più straordinario della storia, detronizzando le dinastie, sconfiggendo l'establishment di Washington e diventando il primo vero outsider eletto presidente degli Stati Uniti". Convinto che "i giorni migliori dell'America devono ancora arrivare". Resta anche il motto che portò Donald al potere, "America first", "agenda" da promuovere, c'è scritto. Alla biografia  dell'ex presidente si accompagna un lungo ritratto di Melania, che mette a fuoco la sua attività per i piccoli di tutto il mondo e la campagna 'Be best'. "La signora Trump non vede l'ora di continuare il suo lavoro a favore dei bambini e delle questioni di cui è appassionata", è la conclusione. Felice come Donald "di ascoltare il popolo americano".

Da ultimo, la coppia fa una richiesta agli ammiratori: l'ex presidente e la signora Trump preferiscono ricevere comunicazioni online, niente "lettere regali richieste inviti per posta". Brutti ricordi. Sappiamo com'è andata con il voto per corrispondenza.