Venerdì 24 Maggio 2024

Suora si sbarazza del cadavere della consorella. Il video e il misterioso patto

Accade in Cile. La religiosa 80enne è stata ripresa dalle telecamere di sorveglianza mentre trasporta i resti in un trolley

Santiago del Cile, 12 aprile 2024 – Un video ha scioccato il Cile: nelle prime ore della mattinata, una donna anziana in abiti religiosi viene ripresa mentre trascina dietro di sé con fatica un trolley apparentemente pieno. Nessuno dei pochi presenti sembra curarsene, di per sé nulla di strano. Se non per il fatto che all’interno della valigia c’era il cadavere di una sua consorella. E sullo sfondo, un misterioso patto

Uno screenshot del video della telecamera di sorveglianza
Uno screenshot del video della telecamera di sorveglianza

È successo a Ñuñoa, città poco distante dalla capitale Santiago. Il corpo – non più nel trolley ma in un sacco – è stato ritrovato dai netturbini che lo avevano scambiato per spazzatura, prima di percepire il terribile odore. Secondo quanto appreso da Radio Bio Bio, la polizia ha ipotizzato che fosse il risultato di un regolamento di conti tra bande della criminalità: infatti, visto l’avanzato stato di decomposizione, non si è potuto risalire immediatamente all’identità

Solo dopo, grazie all’analisi delle immagini di una telecamera di sorveglianza, è venuta a galla la verità: ad aver trasportato i resti nel luogo del ritrovamento è stata una religiosa di 80 anni. Inizialmente si parlava di una suora, poi è emerso che la donna è in realtà una ‘laica dedicata a una vita religiosa che ha deciso di indossare le tipiche vesti anche senza appartenere a un ordine religioso. 

Il cadavere appartiene invece a una sua ‘consorella’ 58enne, deceduta presumibilmente ad aprile 2023. Tra le due donne ci sarebbe stato un accordo: si sarebbero accudite a vicenda, e colei che sarebbe sopravvissuta non avrebbe denunciato la morte dell’altra. La causa del decesso non dovrebbe essere di natura violenta: la religiosa 58enne sarebbe morta per un tumore, dopo aver rinunciato alle cure. Un anno dopo, per via dell’imminente visita della propria figlia, l’80enne decide di disfarsi del corpo, conservato fino a quel momento nella dependance della sua abitazione, ormai ridotto a uno scheletro. 

Da quanto emerge dai media locali la donna sarebbe affetta da demenza senile e non dovrebbe essere incriminata di nulla, se non per la violazione delle leggi in materia di igiene

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui