Gran Hotel di Cannes di proprietà di Jacqueline Veyrac (Afp)
Gran Hotel di Cannes di proprietà di Jacqueline Veyrac (Afp)

Nizza, 26 ottobre 2016 - DUE UOMINI a volto coperto hanno rapito in pieno giorno Jacqueline Veyrac, 76 anni, proprietaria del Grand Hotel di Cannes e di un famoso ristorante di Nizza. Poco dopo mezzogiorno di lunedì, a bordo di un Suv a quattro ruote motrici, la donna d’affari era arrivata vicino alla sua abitazione di via Emilia, una piccola strada del quartiere dei musicisti che sfocia in boulevard Gambetta. Appena si è fermata due individui sono scesi da un’utilitaria bianca e l’hanno estratta a forza dalla sua auto, le hanno coperto la bocca con un fazzoletto o con una sciarpa e l’hanno costretta a salire sulla vettura al volante della quale li aspettava un complice.

LA MACCHINA bianca è fuggita e ha fatto perdere le sue tracce. È logico supporre che abbia fatto poca strada. «Rapimento, rapimento», ha gridato inutilmente un passante. «Sembrava la scena di un film», ha commentato un altro testimone. Secondo le prime indagini, guidate dal procuratore della Repubblica di Nizza Jean-Michel Prêtre, i sequestratori non erano armati. Le caratteristiche dell’utilitaria bianca sono state diramate a tutte le pattuglie della Polizia e della Gendarmeria, ma l’auto non è stata rintracciata. Sophie Joncquet, l’avvocato della famiglia Veyrac, ha riferito che i rapitori si sono messi in contatto con il figlio Gerard e che da allora «non c’è stato più niente di nuovo». «I figli – ha aggiunto il legale – sono disorientati e per ora non vogliono fare nessuna dichiarazione». Secondo il giornale ‘Nice Matin’ la frase conferma la circostanza che per il momento i rapitori non avrebbero chiesto nessun riscatto. Nel 2013 la miliardaria era sfuggita a un tentativo di sequestro davanti al suo garage. Ma il procuratore Pretre ha precisato che «sarebbe imprudente privilegiare questa pista in questa fase».

LA DONNA d’affari rapita è alla testa di un impero del quale fa parte anche il noto ristorante di Nizza ‘La réserve’, sul mare in boulevard Franck Pilatte. Il gioiello di famiglia è il Grand Hotel di Cannes, l’albergo a 5 stelle che domina la Croisette. Jacqueline Veyrac ne presiede il consiglio di amministrazione. L’edificio fu costruito nel 1863 quando fu realizzata la Croisette. Nel 1958 la famiglia Crawford lo cedette a Gerard Veyrac, il marito defunto di Jacqueline, e a Paul Augier, proprietario a Nizza dell’hotel Negresco. Il palazzo fu demolito, ricostruito e riaprì al pubblico nel 1963, un secolo dopo la posa della prima pietra.