Parigi: tre persone accoltellate alla Gare de Lyon, arrestato un uomo residente in Italia. Era sbarcato a Pozzallo

Paura nella stazione della capitale francese. L’aggressore, un cittadino del Mali, soffre di disturbi psichiatrici: escluso il terrorismo. A Lione fermato un “radicalizzato” che minacciava i passanti

Parigi, 3 febbraio 2024 – Paura alla Gare de Lyon a Parigi: un uomo è stato arrestato dopo aver accoltellato tre persone. Due di loro state ricoverate in ospedale: il più grave ha riportato una ferita all’addome, ma non è in pericolo di vita. 

L’indagato, Sagou Gouno Kassogue, 32 anni e originario del Mali, era nel Torinese fino a pochi mesi fa. Viveva a Montalto Dora e aveva un permesso di soggiorno dal 2019. Si era licenziato qualche mese fa dal lavoro, in un Briconcenter a Torino e non risultano precedenti a suo carico.

Il maliano era sbarcato a Pozzallo il 22 agosto 2016. Sembra che in passato ⁠sia stato sottoposto a trattamento psichiatrico

L'attacco è avvenuto intorno alle 8:00 della mattina. Non si conosce ancora il motivo dell'aggressione ma la polizia francese ha escluso l’attentato. I primi elementi dell'inchiesta “non lasciano pensare che si tratti di un atto terroristico”, dice il prefetto di polizia Laurent Nunez confermando che l’arrestato “soffre in modo chiaro di disturbi psichiatrici”.  Secondo quanto scrivono i media francesi, “il sospetto non ha gridato durante l’azione”. 

L'intervento della scientifica dopo l'accoltellamento alla Gare de Lyon (Ansa)
L'intervento della scientifica dopo l'accoltellamento alla Gare de Lyon (Ansa)

 Secondo Le Parisien l’arrestato “è un 32enne del Mali” in possesso anche di un “permesso di soggiorno italiano”. Le Figaro, citando fonti di polizia, scrive che era armato di coltello e martello. Dopo aver aggredito le tre persone, l’uomo avrebbe dato fuoco al suo zaino per poi essere affrontato da alcuni passanti ed essere bloccato da una guardia di sicurezza della Gare de Lyon. Quindi è stato arrestato dalla brigata ferroviaria della polizia nazionale.

Immediata è scattata la chiusura dei padiglioni 1 e 3 della stazione parigina. Su X il ministro degli Interni, Gerald Darmanin, si è congratulato con le persone che hanno sopraffatto l'aggressore.

Lione, minaccia i passanti con un coltello

Paura anche a Lione, dove però non si registrano feriti, per le tentate aggressioni  ai passanti da parte di un uomo, che poi si è scoperto era schedato "S" (a rischio radicalizzazione) e con "diagnosi di schizofrenia". L'uomo è stato arrestato mentre, armato di un coltello, minacciava i passanti. "Tutto è successo senza incidenti, nessuno è rimasto ferito", ha spiegato la prefettura. L'episodio è avvenuto dopo dell'aggressione del maliano stamattina.