Domenica 14 Luglio 2024

Oscar Pistorius rilasciato sulla parola: è in libertà vigilata 11 anni dopo aver ucciso la fidanzata

La madre di Reeva: “Noi stiamo scontando un ergastolo di dolore”

Roma, 5 gennaio 2024 – In libertà vigilata quasi 11 anni dopo aver ucciso la fidanzata. Oscar Pistorius, ex atleta paralimpico, è stato rilasciato sulla parola dal carcere sudafricano dove stava scontando una condanna per l'omicidio della fidanzata Reeva Steenkamp. Il rilascio avviene non molto prima della scadenza della pena che era stata decisa per lui: 13 anni e cinque mesi, che scadranno nel 2029.

Oscar Pistorius
Oscar Pistorius

Oscar Pistorius – l’ex campione è stato ritenuto l’unico responsabile per la morte della fidanzata Reeva Steenkamp – si trova quindi in libertà vigilata dopo aver scontato 9 anni di carcere e ora completerà la pena ai domiciliari. La legge sudafricana prevede, infatti, che tutti i detenuti abbiano diritto a ottenere la libertà condizionale dopo aver superato la metà della pena complessiva.

Duro il commento di June Steenkamp, madre della ragazza uccisa: "Chi sconta l'ergastolo siamo noi che abbiamo perso Reeva. Le condizioni imposte dal comitato per la libertà vigilata, che includono corsi di gestione della rabbia e programmi sulla violenza di genere, inviano un chiaro messaggio che la violenza di genere viene presa sul serio. Non potrà però mai esserci giustizia se la persona amata non tornerà mai più, e nessuna quantità di tempo scontato riporterà indietro Reeva. Noi, che rimaniamo indietro, siamo quelli che scontano l'ergastolo. Il mio unico desiderio è che mi sia permesso di vivere i miei ultimi anni in pace, concentrandomi sulla Fondazione Reeva Rebecca Steenkamp, per continuare l'eredità di Reeva".