Martedì 11 Giugno 2024

Parigi 2024, nella Senna “allarmanti livelli di escherichia coli”. Rischia di sparire il nuoto nel triathlon olimpico

Negli ultimi anni, sono stati spesi 1,4 miliardi di euro per rendere il fiume balneabile. Macron e la sindaca Hidalgo pronti a tuffarsi per rassicurare atleti e fan

Parigi, 10 aprile 2024 – Mancano poco più di 100 giorni alle olimpiadi di Parigi 2024, in programma dal 26 luglio all’11 agosto, ma all’orizzonte si prospettano già un problema non da poco. La Senna, dove si dovrebbe tenere la sezione di nuoto del triathlon, potrebbe non essere balneabile per via di “allarmanti” livelli di escherichia coli. Il batterio può causare crampi addominali, vomito e diarrea.

1386483959
1386483959

A rivelarlo è un’analisi della Surfrider Fundation Europe, che tra fine settembre 2023 e fine marzo 2024 ha riscontrato una grande presenza di batteri nel fiume all’altezza del ponte Alessandro III, il luogo della partenza della prova sia per le olimpiadi che per le paralimpiadi. Il rischio è che il nuoto venga cancellato dalla disciplina lasciando solo bici e corsa, ma snaturando così lo stesso concetto di triathlon. Eventuali precipitazioni potrebbero peggiorare la situazione, facendo aumentare la concentrazione di escherichia coli. 

"Possiamo spostare la gara in caso di pioggia: siccome è programmata all’inizio dei giochi, possiamo aspettare delle condizioni migliori”, ha cercato di rassicurare Tony Estanguet, presidente del comitato Parigi 2024, ripreso da Bbc News. Ma poi ha avverito: “C’è anche la ‘decisione finale’ per cui non si potrà nuotare, è parte del regolamento della federazione internazionale. Ovviamente è quello che vogliamo evitare”.

La Senna è una sede importante per questi giochi olimpici e dovrebbe ospitare la prova di nuoto del triathlon maschile e femminile, rispettivamente il 30 e 31 luglio, l’evento misto il 5 agosto, la maratona di nuoto e il para-triathlon. Proprio per questa ragione negli anni precedenti sono stati spesi 1,4 miliardi di euro per rendere il fiume balneabile: nel 2025 è prevista l’apertura di tre aree dedicate al nuoto. Tra le misure per raggiunge questo obiettivo c’è stata la costruzione di un bacino di stoccaggio dell’acqua piovana, utile per ridurre l’inquinamento delle acque. 

Nei giorni delle olimpiadi, la Senna verrà testata quotidianamente per verificarne la balneabilità. Ma non è l’unico modo in cui Parigi 2024 intende rassicurare atleti e fan: il presidente Emmanuel Macron e la sindaca Anne Hidalgo hanno promesso che, nelle prossime settimane, faranno una nuotata nel fiume per fugare ogni dubbio sulla sicurezza della Senna.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui