Martedì 11 Giugno 2024

Isis minaccia attacchi contro quattro stadi per i quarti di Champions. “Uccideteli tutti”

Massima allerta per le partite di andata che si disputeranno stasera e domani a Parigi, Madrid e Londra. La Spagna attiva i sistemi di allarme rapido e protezione. Ministro dell’Interno francese: “Sicurezza rafforzata”. Uefa: tutte le partite si svolgeranno come previsto

L'Isis minaccia di attaccare quattro stadi dove si disputeranno i quarti di Champions (X)

L'Isis minaccia di attaccare quattro stadi dove si disputeranno i quarti di Champions (X)

Roma, 9 aprile 2024 – Dopo l'attentato a Mosca, lo Stato Islamico torna a terrorizzare l’Europa minacciando un attacco contro i quattro stadi in cui stasera e domani si disputeranno i quarti di finale di Champions League.

Al-Azaim, uno degli organi di propaganda dell'Isis, ha confermato queste intenzioni pubblicando l'immagine di un guerrigliero mascherato e armato fino ai denti pronto a colpire i quattro stadi in cui si disputeranno le partite di andata – il Parco dei Principi di Parigi, il Santiago Bernabeu e il Metropolitan di Madrid, l'Emirates di Londra – accompagnata dalla didascalia "Uccideteli tutti".

La nuova minaccia segue quella diffusa lo scorso 30 marzo da un altro media riconducile all'Isis, Sarh al-Khilafah, in cui si annunciava un attacco all'Allianz Arena di Monaco contro i tifosi che avrebbero assistito a Bayern Monaco-Borussia Dortmund. I Paesi interessati hanno già annunciato il rafforzamento dei sistemi di sicurezza in vista dei match. La Uefa ha comunque assicurato il normale svolgimento degli eventi sportivi in programma: “La Uefa è a conoscenza delle presunte minacce terroristiche nei confronti delle partite di Champions League di questa settimana e sta collaborando strettamente con le autorità degli Stati coinvolti. Tutte le partite si svolgeranno come previsto con le opportune misure di sicurezza in atto".

L’Isis minaccia ancora l'Europa 

Le forze di sicurezza europee sono allertate contro la minaccia terroristica jihadista in occasione dei grandi eventi sportivi, innanzitutto i quarti di finale della Champions League e poi le prossime Olimpiadi in Francia. Al Azaim, organo di informazione dell’Isis, ha inviato un messaggio esplicito pubblicando l’immagine di un uomo mascherato e armato, sullo sfondo gli stadi che ospitano le competizioni sportive, accompagnata dalla scritta “Kill Them All” (“Uccideteli tutti”) tra le fiamme.

Spagna: attivati sistemi di allarme rapido e protezione 

Si fa massima l’allerta in Europa in vista delle partite di Champions. La Spagna ha attivato "tutti i sistemi di allarme rapido e di protezione" di fronte alla minaccia del sedicente Stato islamico di colpire il Bernabeu e il Metropolitan di Madrid, con lo spiegamento di almeno 2mila agenti per “garantire la sicurezza dei tifosi (sono attese almeno 8mila persone) e della cittadinanza”.  Addirittura è stato proposto di chiudere il tetto del Bernabeu per evitare un attacco con i droni.

Entrambe le partite negli stadi spagnoli, Real Madrid-Manchester City (stasera alle 21) e Atlético-Borussia Dortmund (domani alle 21), sono state dichiarate ad alto rischio e al momento l’allerta terrorismo in Spagna è a livello 4 su 5. Alta l’attenzione anche su Arsenal-Bayern Monaco che si giocherà stasera alle 21 all’Emirates di Londra e per Paris Saint-Germain-Barcellona, domani sempre alle 21, al Parco dei Principi di Parigi.

Francia e GB: sicurezza rafforzata 

La Francia ripiomba nell’incubo del terrorismo. Il ricordo va inevitabilmente agli attentati del 13 novembre 2015 durante l’amichevole fra le nazionali di Francia e Germania allo Stade de France. Il ministro dell’Interno francese, Gerald Darmanin, ha annunciato di aver predisposto “un notevole rafforzamento della sicurezza” in risposta alla “minaccia” dello Stato Islamico. 

A Londra, il vice commissario aggiunto della polizia metropolitana, Ade Adelekan, ha voluto "rassicurare il pubblico" sull'esistenza di un "solido piano di polizia" in atto per la partita di questa sera" per garantire "che la partita si svolga pacificamente".