Martedì 18 Giugno 2024

Nyt: la Russia è pronta a testare un missile a propulsione nucleare. Occhi puntati su una base artica

"I movimenti di aerei e veicoli nel sito sono coerenti con i preparativi effettuati per i test del missile, noto come Burevestnik o SSC-X-9 Skyfall, nel 2017 e nel 2018”

Washington, 2 ottobre 2023 – E’ corsa al riarmo a Mosca. Riarmo anche atomico. E le ultime notizie non sono rassicuranti. La Russia potrebbe essere pronta infatti a testare un missile a propulsione nucleare, secondo quanto mostrano le immagini satellitari pubblicate dal New York Times.

Il missile Burevestnik in un video del 2018 su Youtube del ministero della difesa russo (Ansa)
Il missile Burevestnik in un video del 2018 su Youtube del ministero della difesa russo (Ansa)

Secondo il giornale "i movimenti di aerei e veicoli all'interno e nelle vicinanze di una base nella remota regione artica russa sono coerenti con i preparativi effettuati per i test del missile, noto come Burevestnik o SSC-X-9 Skyfall, nel 2017 e nel 2018”.

Nelle ultime due settimane nella zona sono stati avvistati anche aerei di sorveglianza Usa e rilevati allarmi che avvertivano i piloti di evitare lo spazio aereo vicino.

Approfondisci:

Musk su X dileggia Zelensky, 'sono 5 minuti che non chiede aiuti'

Musk su X dileggia Zelensky, 'sono 5 minuti che non chiede aiuti'

Il NYT ricorda che "la Russia aveva precedentemente condotto 13 test noti tra il 2017 e il 2019, tutti senza successo, secondo un rapporto della Nuclear Threat Initiative, un gruppo no-profit che analizza il controllo degli armamenti". In quei test, un missile si è schiantato ed è esploso, uccidendo sette persone.

Anche se ora un test andasse bene, ci vorrebbero comunque anni per poterlo dispiegare operativamente. Il missile, che viene lanciato da un razzo a combustibile solido, prima di attivare in volo il piccolo reattore che lo alimenta e sulla carta lo può tenere in volo all'infinito, è stato progettato per essere lanciato dopo una prima ondata di un attacco nucleare. Ha la capacità di distruggere larghi centri urbani o siti militari.