Miss Giappone 2024 è di origine ucraina: pioggia di polemiche nel Paese su Carolina Shiino

La ragazza vive in Giappone da quando aveva 5 anni, ma in molti mettono in discussione che sia una “bellezza giapponese” ed etichettano la sua vittoria come forma di solidarietà per la guerra in Ucraina

Carolina Shiino (Miss Nippon)
Carolina Shiino (Miss Nippon)

Tokyo, 24 gennaio 2024 – Lunedì sera, al Keio Plaza Hotel di Shinjuku, nei pressi di Tokyo, una modella è stata incoronata Miss Nippon, ma a far notizia non è questo, quanto le sue origini: la 26enne Carolina Shiino è nata in Ucraina, si è trasferita nell’arcipelago nipponico a 5 anni, insieme alla famiglia. Sebbene abbia la cittadinanza giapponese e riesca a parlare la lingua ai livelli di una madrelingua, in molti hanno messo in discussione sui social la legittimità della sua vittoria e se possa essere davvero considerata una “bellezza giapponese”

"Ci sono state barriere razziali, ed è stato difficile farsi accettare come giapponese – ha detto in lacrime Shiino al momento dell’incoronazione –. Essere riconosciuta come tale in questo concorso mi riempie di gratitudine”. Poche ore dopo, la tempesta di critiche sui social: “E allora l’identità giapponese?”, “Casomai miss Ucraina”, “È alta e bella, e questo la fa sembrare una bambola, è bellissima. Ma miss Giappone deve essere anche collegato alla tradizione nipponica”.

Altri, invece, cercano di elaborare di più: “Se fosse stata almeno metà giapponese non ci sarebbe stato problema, ma etnicamente è giapponese allo 0% e non è nemmeno nata in Giappone”. Infatti, gli ‘hafu’, ovvero i cittadini del Paese nati da un genitore autoctono e da un altro straniero, hanno spesso problemi a integrarsi nella società giapponese, ma la vittoria di Ariana Miyamoto al medesimo concorso di bellezza nel 2015, e i successi tennistici di Naomi Osaka che l’hanno portata addirittura ad accendere il braciere olimpico di Tokyo 2020, hanno fatto compiere qualche passo in avanti, in quanto entrambe metà afroamericane. La strada è invece ancora in salita gli immigrati di prima e seconda generazione. "Magari l’anno prossimo eleggeranno una curda”, scrive un utente su X, esprimendo un’altra delle principali critiche addossate a Shiino, ovvero che sia stata incoronata miss per esprimere solidarietà al popolo ucraino, visto il conflitto con la Russia. “Se fosse stata russa, non avrebbe mai vinto”, sentenzia un altro tweet.  

Carolina Shiino (Instagram)
Carolina Shiino (Instagram)

La nuova miss Giappone, tuttavia, ha dalla sua parte anche molti sostenitori, persino tra i media locali. L’account ufficiale del concorso su X ha ripostato la foto di una pagina di giornale in cui viene lodato il passo in avanti compiuto dalla società nipponica, che sta diventando sempre più diversa. “Anche io ero scettico all’inizio, poi ho visto in Carolina una bellezza giapponese nel comportamento e nelle parole, che vale di più dell’apparire giapponese esteriormente”, commenta un utente. “L’unica cosa che posso dire è che sono invidiosa della sua bellezza”, scrive una ragazza giapponese. I messaggi di congratulazioni fioccano, e superano quelli critici. 

Anche il direttore del concorso, Ai Wada, ha difeso la nuova miss: “La sua vittoria ci permette di ripensare cosa sia la bellezza giapponese – riporta la Bbc – Shiino potrebbe non apparire giapponese, ma la sua mente è diventata giapponese”.