Attacco hacker a Microsoft, violati account e-mail. Il colosso tech: “Gruppo legato alla Russia”

Presi di mira gli account di posta elettronica di dirigenti e dipendenti. L'azienda: “A partire da novembre hanno portato avanti un attacco a ‘password spray’ per infiltrarsi nei sistemi”

Hackerato il sistema Microsoft
Hackerato il sistema Microsoft

Roma, 20 gennaio 2024 – Ci sarebbe lo zampino della Russia nell’ultimo attacco hacker ai danni del colosso tech Microsoft. E’ l’azienda a denunciare l’operazione di “un gruppo di hacker legato a Mosca” che ha messo sotto scacco i sistemi aziendali riuscendo ad accedere a “un piccolo numero di account di posta elettronica” di dirigenti e dipendenti che “lavorano nei settori della sicurezza informatica e legale”.

La società non ha al momento rilevato accessi del gruppo, denominato Midnight Blizzard, al codice sorgente o ai sistemi di intelligenza artificiale. Attualmente il colosso tecnologico americano è al lavoro per riparare i sistemi più vecchi, cosa che potrebbe portare ad alcune interruzioni del servizio. “Agiremo immediatamente per applicare i nostri standard di sicurezza ai sistemi e ai processi aziendali interni di proprietà di Microsoft. Queste modifiche potrebbero causare interruzioni ai processi aziendali esistenti”, ha fatto sapere. "Gli hacker non sembrano aver avuto accesso ai sistemi dei clienti o ai server Microsoft che eseguono funzioni rivolte all'esterno”, ha aggiunto la società in un post sul proprio blog.

Com’è stato hackerato Microsoft

A quanto pare, riporta l’azienda, “da novembre gli hacker hanno portato avanti un attacco a ‘password  spray’ per infiltrarsi nei sistemi. Questa tecnica, talvolta nota come ‘attacco a forza bruta’ prevede che gli estranei provino rapidamente più password su nomi utente specifici per cercare di penetrare in account aziendali mirati. Microsoft ha detto di aver individuato l'attacco il 12 gennaio e di essere ancora al lavoro per informare i dipendenti le cui e-mail sono state violate”.