Lunedì 17 Giugno 2024

India, 17enne alla guida di una Porsche uccide due persone. Punito con la stesura di un tema

Il fatto, avvenuto domenica nella città di Pune, ha scatenato la rabbia della popolazione sui social. La pena è stata giudicata poco severa in relazione al crimine commesso

Sui social la Porsche dell'incidente. Il ragazzo ha rischiato il linciaggio

Sui social la Porsche dell'incidente. Il ragazzo ha rischiato il linciaggio

Roma, 22 maggio, 2024 - In India la rabbia e l’indignazione della popolazione sono esplose sui social dopo che un ragazzo, che avrebbe travolto e ucciso due persone con una Porsche, è stato punito dal giudice con quindici giorni di lavori socialmente utili e con la stesura di un testo sulla sicurezza stradale.

Il tragico episodio si è verificato domenica nella città di Pune, nello stato del Maharashtra. Secondo il vice primo ministro dello stato indiano, Devendra Fadnavis, un ragazzo, di appena 17 anni, alla guida di una Porsche da ubriaco, si sarebbe lanciato in una corsa folle e avrebbe travolto e ucciso due persone. L’incidente è stato ripreso da alcune telecamere che mostrano una Porsche bianca correre a tutta velocità su una strada molto trafficata.

Il 17enne è stato arrestato subito dopo l’accaduto e assieme a lui sono stati arrestati anche il padre, accusato di aver permesso al figlio di guidare anche se minorenne, e tre persone che sarebbero responsabili di avergli venduto gli alcolici. 

Il giovane è stato condotto davanti al tribunale dei minori e poco dopo ha ottenuto il rilascio dietro pagamento della cauzione. Il giudice, comunque, ha deciso di punire il ragazzo con una pena che è stata considerata troppo poco severa: quindici giorni di lavori socialmente utili e la scrittura di un tema sulla sicurezza stradale.

A seguito della sentenza rabbia e indignazione sono cresciuti sui social e nella società civile indiana. Secondo la polizia il ragazzo ha 17 anni e 8 mesi e quindi sarebbe perseguibile dalla legge come un adulto, dal momento che una recente riforma ha permesso al legislatore di perseguire come adulte, per determinati crimini, anche le persone che hanno compiuto sedici anni. Il giovane guidatore, comunque, è attualmente indagato per omicidio colposo.

Sul caso, arrivato sui social, sui giornali, ed è rimasto a lungo nei titoli in tv, è intervenuto anche Rahul Gandhi, leader politico dell’opposizione e candidato nelle elezioni attualmente in corso. Gandhi, in un post su X, ha infatti scritto: “Se un ragazzo di 16 o 17 anni viene arrestato mentre guida una Porsche sotto effetto di sostanze alcoliche gli viene chiesto di scrivere un testo. Se la stessa cosa succede con un camionista o un tassista gli viene chiesto di scrivere un testo?”