Martedì 16 Aprile 2024

L’aereo cade in picchiata, volo da incubo. “Passeggeri sbalzati via dai sedili, c’era sangue sul soffitto”

Paura sul volo Latam partito da Sydney e atterrato a Auckland, in Australia. Una cinquantina i feriti, 12 in ospedale con fratture. Il pilota: “Per un attimo ho perso la strumentazione”

Un mezzo della flotta Latam, nel riquadro la traiettoria dell'aereo

Un mezzo della flotta Latam, nel riquadro la traiettoria dell'aereo

Sydney, 11 marzo 2024 – Hanno temuto il peggio i passeggeri di un volo Latam partito ieri dall’Australia e diretto in Nuova Zelanda. L’aereo della compagnia sudamericana ha perso improvvisamente quota, l’equipaggio e i viaggiatori sono stati sbalzati via dei sedili, scaraventati verso il soffitto. Una cinquantina i feriti. 

Il volo LA800 decollato da Sydney ha avuto un non meglio precisato “problema tecnico” a un’ora dall’arrivo a Auckland, quando si trovava a una altezza di circa 1.200 metriha dichiarato la compagnia alla CNN.  I passeggeri hanno parlato di una “caduta in picchiata” del velivolo. "Le persone sono state scaraventate via, molte in quel momento non indossavano la cintura di sicurezza”, ha raccontato uno dei viaggiatori. Un altro ha descritto invece una improvvisa “frenata” del mezzo. “La gente in cabina è volata via”. Tra le testimonianze raccolte dal New Zeland Herald, quella di Daniel: “I passeggeri urlavano ed era difficile dire se ci fosse vino rosso o sangue schizzato sull’aereo”. Il panico è stato alimentato dal silenzio dell’equipaggio. "Nessuno di noi ha saputo cosa fosse successo se non a terra. Non abbiamo avuto alcun annuncio da parte del capitano”. 

"Pensavo di sognare – ha raccontato un altro passeggero -. Ho aperto gli occhi e il mio vicino di sedile era sul tetto dell'aereo, sulla schiena, e mi guardava dall'alto. Era come nel film L'esorcista". L'uomo è poi caduto a terra, rompendosi le costole sul bracciolo. Lo stesso passeggero ha detto di aver chiesto spiegazioni al pilota all’atterraggio. “Ho perso brevemente la strumentazione – avrebbe risposto lui – e poi all’improvviso è tornata”.

All’arrivo all’aeroporto di Auckland, la destinazione prevista in Nuova Zelanda, c’erano 14 mezzi di soccorso, tra cui 7 ambulanze. Alcuni passeggeri sono stati curati sul posto, 12 sono stati trasportati in ospedale, distribuiti tra il Middlemore Hospital, l'Auckland City Hospital e lo Starship Hospital. Uno sarebbe in gravi condizioni, secondo quanto riporta la CNN, in contatto con St John Ambulance, il servizio di soccorso locale. 

Dopo lo scalo ad Auckland, l’aereo avrebbe dovuto proseguire il viaggio per il Cile. Ripartirà domani. "Latam si rammarica profondamente di qualsiasi inconveniente e disagio ai passeggeri – ha detto un portavoce della compagnia aerea –  e ribadisce il suo impegno per la sicurezza come priorità nel quadro dei suoi standard operativi”. Sull’accaduto saranno fatte delle indagini.