Domenica 14 Luglio 2024

Il vertice dei Grandi Meloni ricuce con Macron "Più aiuto sui migranti"

La premier al G7 (prima di tornare per l’alluvione): il bilaterale è andato bene. Entro l’estate visite a Parigi e Washington. A giugno 2024 il summit sarà in Puglia.

ROMA

Giorgia Meloni sceglie di anticipare il rientro da Hiroshima, ma il G7 è andato bene, dice la premier, e non solo per la solidarietà i grandi per l’alluvione in Emilia-Romagna: "Siamo considerati – ripete – partner affidabili e credibili". Il tema su cui il presidente del Consiglio – che non ha mancato di incontrare ancora Zelensky – ha posto il focus italiano è quello delle migrazioni, insistendo sulla "necessità di cambiare paradigma in Africa, basta atteggiamenti predatori". Il fine, oltre che etico, è anche quello di limitare le migrazioni.

In primo piano c’è infatti la questione Tunisia, dalla quale partono la maggior parte di coloro che giunge in Italia sui barconi dei trafficanti. La premier ne ha parlato pubblicamente al G7 e anche nei bilaterali con la direttrice del Fmi Georgieva ("l’ho trovata disponibile: la trattativa può essere sbloccata"), con il presidente della Commissione Ue, von der Leyen, il presidente statunitense Biden e quello francese Macron. Già, Macron. "Il bilaterale è andato bene, come sempre: siamo concreti al di là delle cose in campagna elettorale che ognuno di noi ha", ha detto Meloni, che ha sottolineato come all’Eliseo "c’è la volontà di dare una mano per agire subito sulla Tunisia".

A conferma dell’intesa ritrovata, Meloni ha fatto sapere che le visite a Parigi e a Washington "credo possano avvenire entro l’estate" e nel frattempo ha annunciato che il prossimo G7, a presidenza italiana, "si terrà in Puglia, che ha un significato simbolico legato alla posizione geografica di ponte tra Occidente e Oriente. Si terrà alla metà di giugno, stiamo aspettando la data delle elezioni europee, dovrebbe essere il 9-10 giugno, e quindi immediatamente dopo potremo fare il G7".

Alessandro Farruggia