Parigi, 16 novembre 2019 - Violenze in Francia ai cortei dei gilet gialli in occasione del primo anniversario del movimento. Alle 19:00, il quartier generale della polizia, parlava di un totale di 124 persone fermate a Parigi. 

Si aggiungono inoltre 17 fermati a Tolosa 8 a Bordeaux. Una fonte dell'Eliseo, citata dall'emittente Bfmtv, fa sapere che il presidente francese "Emmanuel Macron segue con attenzione quello che succede a Parigi".

Lacrimogeni per disperdere i gilet gialli che festeggiano un anno di manifestazioni (Ansa)

Dopo gli scontri avvenuti a metà giornata a place d'Italie, nel XIII arrondissement, fra dimostranti vestiti di nero e forze dell'ordine, è stata evacuata la piazza. Sempre secondo quanto riporta Bfmtv, alcuni pompieri sono stati presi di mira con lanci di sampietrini, il che ha ritardato il loro intervento per spegnere le fiamme appiccate a bidoni dell'immondizia e auto.

image

Successivamente manifestanti hanno fatto irruzione nel centro commerciale delle Halles dove sono stati lanciati petardi, scrive Le Figaro. Le Parisien riferisce che decine di dimostranti hanno divelto gli arredi urbani per affrontare la polizia in seno alle galleria commerciale. Molti negozi hanno preferito chiudere in anticipo, per evitare di essere saccheggiati.

MANIFESTAZIONI A TOLOSA - Diverse centinaia di persone hanno manifestato anche a Tolosa, la città che per mesi è stata la roccaforte del movimento: la polizia ha dovuto fare ricorso ai gas lacrimogeni e ai cannoni ad acqua solo 20 minuti dopo l'inizio della marcia; i gilet gialli hanno ripiegato su un viale del centro e la polizia ha di nuovo sparato gas lacrimogeni, disperdendo la folla in diversi piccoli gruppi. La tensione è andata avanti per più di due ore; e nel tardo pomeriggio, rimanevano ancora alcune decine di manifestanti sui viali.

Tensione oggi a Bordeaux (LaPresse)

SCONTRI A BORDEAUX - Alcuni sporadici scontri, con gas lacrimogeni, hanno segnato il primo anniversario del movimento anche a Bordeaux, dove -secondo la prefettura - sono scese in strada 1800 persone. Con la costante sorveglianza di un elicottero, il corteo ha sfilato sotto una fredda pioggerellina, ma l'accesso al centro era stato bloccato dalla polizia. Gli scontri sono scoppiati quando alcune persone mascherate e incappucciate, hanno cercato di forzare i blocchi stradali per raggiungere Place Pey-Berland, teatro di costanti disordini durante le prime settimane di mobilitazione dell'anno scorso. 

GIORNATA DI CAOS PER LA FRANCIA - E' stata indubbiamente una giornata di caos in diverse zone della capitale e località francesi. I gilet gialli - ad un anno dalla loro nascita - godono del sostegno di 2 francesi su 3. Non solo: il 64% dei francesi ritiene che il presidente Emmanuel Macron e il governo non abbiano "sufficientemente tenuto conto" delle rivendicazioni del movimento. Il movimento, nato per contestare l'introduzione di una tassa sui carburanti, aveva raccolto 282mila manifestanti. In occasione dell'anniversario sperava di rilanciare 'la rivolta delle rotonde', così soprannominata per i blocchi stradali negli snodi stradali di tutto il Paese, ma negli ultimi mesi era riuscito a raccogliere nelle piazze solo poche migliaia di manifestanti.