Giovedì 18 Aprile 2024

I due nodi che ostacolano l’intesa tra Israele e Hamas

Lo riportano fonti diplomatiche arabe citate da Haaretz. Senza un accordo su questi punti i negoziati sulla tregua rischiano di portare a un nulla di fatto

Roma, 21 marzo 2024 – Sarebbe due i nodi che ostacolano l’intesa tra Israele e Hamas. Primo: il ritorno degli sfollati palestinesi nel nord di Gaza. Secondo: il meccanismo di distribuzione degli aiuti umanitari nella Striscia. Questi – secondo fonti diplomatiche arabe citate da Haaretz – i due punti di dissenso che ostacolano, ad ora, i negoziati su una tregua temporanea nell’enclave palestinese.

Guerra a Gaza: i nodi che ostacolano i negoziati (Ansa)
Guerra a Gaza: i nodi che ostacolano i negoziati (Ansa)

Israele – hanno spiegato – si oppone al rientro dei palestinesi nel nord mentre Hamas lo richiede. Lo stesso avviene per il meccanismo degli aiuti. Il gruppo palestinese avrebbe avanzato la richiesta di affidare l'intera gestione dell'assistenza umanitaria all'Unrwa, l'agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati palestinesi, perché unica entità capace di favorire l’ingresso e la distribuzione degli aiuti. Per Israele, però, si tratterebbe di una linea rossa impossibile da superare: alcuni membri dell'organizzazione, infatti, sono stati accusati dallo Stato ebraico di presunta collusione con Hamas (il report sul caso Unrwa sarà reso pubblico il prossimo 20 aprile). Le autorità israeliane, secondo le fonti, sarebbero inoltre totalmente contrarie anche al coinvolgimento di qualsiasi organizzazione in qualche modo legata al movimento palestinese. Nel tentativo di trovare un punto d'incontro, i mediatori starebbero cercando di raggiungere un accordo su un meccanismo di gestione e distribuzione che sarebbe soggetto alle Nazioni Unite. Secondo le stesse fonti ci sono invece progressi sui temi legati al rilascio degli ostaggi e ad una tregua “temporanea” ma occorre che le due parti trovino prima l'intesa anche sui due punti di contrasto, per i quali la soluzione sembrerebbe ancora lontana.

Se vuoi iscriverti al canale WhatsApp di Qn clicca qui