Lunedì 20 Maggio 2024

Disastro in Ohio, nube nera e strage di pesci: cosa succede. "Qui come Chernobyl"

L'allarme ambientale dopo l'incidente ferroviario a East Palestine. Le autorità rassicurano ma l'angoscia monta

Nube nera nei cieli dell'Ohio dopo l'incidente ferroviario

Nube nera nei cieli dell'Ohio dopo l'incidente ferroviario

Pittsburgh, 17 febbraio 2023 - L'hanno definito la "nostra Chernobyl". Ai cittadini di East Palestine, Ohio, non bastano le rassicurazioni delle autorità. Le conseguenze dell'incidente ferroviario del 3 febbraio, con la combustione di sostanze altamente tossiche, sono ancora di fatto ignote e l'angoscia monta fra la gente tornata a casa dopo l'evacuazione di massa. L'acqua è di nuovo "potabile", secondo l'Epa (l'Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti), che tranquillizza anche sulla possibile contaminazione dell'aria. Ma le immagini di animali morti (pesci e uccelli in primis) e le foto della nube nera che infesta il cielo sono qualcosa di più che campanelli di allarme. 

Disastro in Ohio, la bestia nera è il cloruro di vinile. I rischi per la salute

L'incidente

Alle 21.00 del 3 febbraio un treno della Norfolk Southern deraglia nei pressi di East Palestine, villaggio di 5mila abitanti scarsi, al confine con la Pennsylvania, non lontano da Pittsburgh. Si scatena un incendio. Alcuni vagoni coinvolti nell'incidente trasportano sostanze pericolose, come il cloruro di vinile e l'acrilato di butile e altri agenti irritanti. "Quando il cloruro di vinile brucia, rilascia acido cloridrico e fosgene - scrive il Washington Post citando il portavoce dell'Epa in Ohio, James Lee -. Il cloruro di vinile è cancerogeno; il fosgene è un gas altamente tossico; il butilacrilato produce gas velenosi quando viene bruciato". A causa del rischio esplosione si decide di consentire il rilascio controllato di cloruro di vinile, nel frattempo oltre 1.500 residenti vengono evacuati. Le scuole restano chiuse per la settimana, insieme ad alcune strade. L'emergenza rientra quando L'Environmental Protection Agency afferma che il monitoraggio dell'aria non segnala "livelli pericolosi" di sostanze chimiche.

Meteorite Puglia e Basilicata, "Ecco dov'è caduto. Appello a volontari per le ricerche"

L'allarme ambientale 

L'impatto ambientale dell'incidente è tutto da valutare. Il 12 febbraio - scrive il New York Times - l'EPA, dopo aver monitorato l'aria, ha dichiarato di non aver rilevato contaminanti a "livelli preoccupanti" dentro e intorno East Palestine, anche se i residenti potrebbero ancora sentire gli odori. Ha affermato di non aver rilevato cloruro di vinile o acido cloridrico, che potrebbe causare problemi respiratori potenzialmente letali, dopo aver controllato l'aria all'interno di 459 case". Per quanto riguarda le acque L'Epa ha affermato che i primi test hanno evidenziato due contaminanti chimici in alcuni affluenti del fiume Ohio ma che "i processi di trattamento dovrebbero filtrarli". Successivi test - riporta il WP - hanno dato il via libera. "@OhioEPA è fiducioso che l'acqua municipale sia potabile", ha dichiarato il governatore dell'Ohio Mike DeWine. Ma alcuni esperti contestano la modalità di monitoraggio. 

Cosa succede ora?

Le autorità dovranno ora verificare qual è il grado di penetrazione delle sostanze chimiche rilasciate nel terreno e le ripercussioni nel tempo sull'acqua potabile. Il Washington Post cita Murray Brian McBride, scienziato del suolo e delle colture della Cornell University, a proposito della dispersione del cloruro di vinile. "Non è chiaro quanta di questa sostanza chimica volatile sia sfuggita nell'aria o bruciata prima di entrare nelle acque superficiali e nel suolo, è altamente mobile e può persistere per anni nelle acque sotterranee". McBride raccomanda agli agricoltori di testare pozzi e terreni di coltura nei prossimi mesi.

Proteste e cause

Nel frattempo il dito viene puntato contro la Norfolk Southern. Alcuni residenti hanno già avviato azioni legali collettive, chiedendo un risarcimento monetario e monitoraggio medico per tutti gli interessati. La compagnia di trasporto ferroviario, ritenuta responsabile per l'incidente, ha per adesso stanziato un fondo da un milione di dollari per rimborsare gli evacuati, fornire bottigliette di acqua e aria compressa ai vigili del fuoco. Oltre alla pulizia e ai test dell'aria domestica che vegono richiesti dai cittadini, NS si è impegnata a installare pozzi per monitorare le acque sotterranee.

Ma i residenti non hanno fiducia nei funzionari statali, tantomeno nell'azienda di trasporti, e lamentano che nessuno abbia comunicato chiaramente l'entità del disastro e le minacce alla salute pubblica che potrebbe comportare mesi o anni dopo.

"Come Chernobyl" 

"Per questa città, questa è una Pearl Harbor, o un 11 settembre. Una di quelle cose di cui la gente parla sempre", ha detto il proprietario di un bar di East Palestine, intervistato dalla BBC. C'è chi tra i residenti paragona l'incidente ferroviario al disastro nucleare di Chernobyl, città dell'allora Unione Sovietica (era il 1986), anche per l'impatto emotivo dell'evento.  "Ho perso il sonno. Devo prendere pillole per l'ansia", racconta John Hamner, imprenditore la cui attività è andata distrutta. Ma la preoccupazione è più per la salute che per le sue tasche. L'incidente "ci ha completamente rovinato la vita, sono arrivato al punto che sto pensando di andarmene". 

Per Erin Brokovich il governo minimizza 

Del caso Ohio si sta occupando anche Erin Brockovich. L'attivista ambientale che ha ispirato il film omonimo con Julia Roberts, dubita che la Casa Bianca stia facendo abbastanza e chiama in causa il presidente americano Biden chiedendo di intervenire per "spezzare quella catena, che amministrazione dopo amministrazione ha deciso di chiudere un occhio", sul trasporto di merci tossiche. L'attivista, nota per aver accusato la Pacific Gas and Electric di aver contaminato le falde acquifere di Hinkley, in California, per almeno 30 anni, si è detta scettica sui rapporti del governo che minimizzano l'entità della contaminazione, sia dell'acqua che dell'aria, e chiede ai cittadini di intervenire durante il consiglio comunale di mercoledì sera.