Roma, 1 ottobre 2020 - Nonostante la pandemia da Coronavirus continui a far salire l'allerta dei Paesi europei, a Bruxelles i vertici Ue continuano a salutarsi dandosi il gomito, rigorosamente con la mascherina, malgrado le raccomandazioni del direttore generale dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, che il 13 settembre scorso è tornato a consigliare di salutarsi mettendosi la mano sul cuore, perché darsi di gomito comporterebbe un eccessivo avvicinamento delle bocche e quindi un rischio di contagio.

Grave la situazione in Francia: con i 63 morti registrati oggi, il bilancio dell'epidemia di Covid-19 supera la soglia delle 32.000 persone decedute. Il totale dei morti dall'inizio della pandemia è 32.019. La Spagna ha quasi 10mila casi, il Belgio ha superato i 10mila morti.

Intanto Salman Rushdie, lo scrittore dei "Versetti satanici", dichiara: "Vorrei esprimere tutta la mia ammirazione per il popolo italiano, per la serietà con cui ha affrontato questa situazione di crisi, questa emergenza sanitaria. Stiamo cercando di imitarvi".

Bollettino Italia: 2.548 nuovi casi e 24 morti

Spagna in fase di crescita

In Spagna sono stati accertati 9.419 casi di Covid-19 e 182 decessi nelle ultime 24 ore.  Con queste cifre sale a 778.607 il numero delle persone colpite dalla pandemia nel Paese, 31.973 delle quali decedute. L'incidenza del virus tra la popolazione spagnola è scesa lievemente - 274 casi di Covid-19 ogni 100mila abitanti - nelle ultime due settimane.
Nell'ultima settimana, le autorità sanitarie hanno effettuato circa 1.650 test molecolari ogni 100mila abitanti, l'11% è risultato positivo al coronavirus.  "Lo sforzo diagnostico è importante, ma sebbene molti casi sono rilevati, l'elevata positività indica che in Spagna siamo in una fase di crescita della trasmissione e la verità è che l'evoluzione non è buona", ha detto il portavoce Fernando Simón. Madrid, con oltre 3.200 nuovi contagi (il 35% del totale registrato dalla Spagna), è la regione più colpita dalla seconda ondata di pandemia.
Dopo aver resistito diversi giorni contro l`inasprimento delle restrizioni, le autorità di Madrid hanno annunciato che si conformeranno agli ordini del Ministero della Salute, che implicano la chiusura perimetrale della capitale e di altri nove grandi comuni che la circondano.  Queste misure interesseranno circa 4,8 milioni di persone, quasi tre su quattro abitanti di Madrid, ai quali sarà impedito di lasciare la propria zona di residenza se non per motivi debitamente giustificati.

Coronavirus, scoperti due anticorpi "neutralizzanti super potenti"

Francia, quasi 14mila casi

Sono 13.970 i nuovi casi rilevati nelle ultime 24 ore (ieri 12.845). Il tasso di positività è ancora in aumento: raggiunge oggi il 7,6 per cento. Sono allo studio 1.234 "cluster", o focolai epidemiologici, 78 dei quali scoperti in 24 ore; 66 dipartimenti si trovano in una situazione di elevata vulnerabilità.

Il ministro della Salute Olivier Veran ha tenuto, come ogni giovedì ormai, il suo aggiornamento settimanale dedicato all'evoluzione del coronavirus in Francia.  Pur non annunciando nuove restrizioni, ha comunque accennato al probabile passaggio lunedì di Parigi e delle sue periferie interne allo stato di "zona di massima allerta". Il superamento di questa soglia, che il ministro desidera confermare con i dati per i prossimi giorni, significherebbe "niente più festeggiamenti familiari, niente più feste, chiusura totale dei bar", ha avvertito.  Per quanto riguarda i ristoranti, si potrebbero mettere in atto misure rigorose per mantenerli aperti.

Gemania, 2.500 casi in 24 ore

Cresce l'epidemia anche in Germania. Il Paese ha registrato 2.503 nuovi casi nelle ultime 24 ore, aggiornando il bilancio dei contagi nel Paese a 291.722. Lo ha annunciato questa mattina l'Istituto per le malattie infettive Robert Koch. Le vittime da ieri sono 12. Il totale dei decessi correlati al Covid-19 è così salito a 9.500.

Gran Bretagna, multato Corbyn

Le restrizioni ripristinate in risposta alla ripresa di contagi e decessi sembrano dare i primi risultati: lo dice il prestigioso Imperial College di Londra, malgrado un incremento giornaliero di casi ritenuto tuttora troppo elevato per abbassare la guardia. In ogni caso il Regno Unito ha registrato 6.914 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore, con 59  nuovi decessi, che portano a 42.202 il totale delle vittime. La percentuale di casi stimati è seria: una persona ogni 200 risultata infettata all'interno del campione censito. 
Da sabato a Liverpool non sarà più possibile incontrarsi con nuclei familiari diversi dal proprio: questi incontri diventano illegali al chiuso, ma vengono sconsigliati anche in luoghi all'aperto. Alle persone viene raccomandato di spostarsi solo per motivi essenziali, come andare a casa o al lavoro. Misure restrittive sono in vigore in altre aree dell'Inghilterra (Manchester, Leeds, Birmingham), ma anche in Galles e nell'area di Glasgow.

In almeno due casi a dare il cattivo esempio sono i vertici: l'ex leader laburista Jeremy Corbyn è stata multato con la moglie per aver violato la "regola del sei", partecipando a una cena (è circolata una foto seduto a una tavola per nove a casa di amici) e ha subito chiesto scusa. Gaffe anche del padre del premier Boris Johnson, che è stato visto in un negozio senza mascherina.  Per non parlare di  Margaret Ferrier, indipendentista scozzese dell'Snp, che ha confessato oggi d'aver viaggiato dalla Scozia a Londra e di aver partecipato ai lavori della Camera dei Comuni lunedì pur avendo avvertito "sintomi leggeri" di contagio ed essendosi sottoposta al test il giorno prima. Test risultato poi positivo, ma tenuto nascosto fino a oggi. Ferrier si è scusata, ammettendo di non avere giustificazioni e si è anche autodenunciata alla polizia.

Belgio, superate le 10mila vittime

Le persone morte a causa del coronavirus in Belgio hanno superato le 10.000, mentre i contagiati sono oltre 117.000, riporta la Bbc. Secondo i calcoli della Johns Hopkins University il Paese con soli 11,5 milioni di abitanti è il terzo al mondo per tasso di mortalità.

Amazon, più di 19mila contagiati

Sono più di 19.000, per l'esattezza 19.816, i dipendenti di Amazon che hanno contratto il coronavirus. Lo afferma Amazon, secondo quanto riportato da Cnbc. Le stime di Amazon su casi presunti e accertati sono state messe a punto valutando i dati disponibili sui suoi dipendenti in prima linea negli Stati Uniti. Il tasso di infezione, aggiunge Cnbc, è il 42% più basso delle attese rispetto a quello generale della popolazione negli Stati Uniti .

Israele, exit strategy lunga un anno

Nuova stretta in Israele sulle misure di protezione anti-Covid: sarà esteso il secondo lockdown di alcuni giorni rispetto a quanto già deciso il mese scorso. Ma è prevedibile lo mantenga per mesi. Il governo israeliano vuole evitare l'errore commesso con la prima ondata, quando ci fu una de-escalation molto rapida, e il premier Benjamin Netanyahu ha avvertito che l'exit strategy sarà lenta e graduale e stavolta potrebbe "durare sei mesi o un anno". Con l'aumento record dei casi, che nelle ultime ventiquatt'ore hanno sfiorato in un solo giorno i 9 mila contagi (248.133 contagi in totale), il gabinetto di crisi anti-Covid si è riunito e nella notte ha deciso misure più stringenti. Innanzitutto la proposta è quella di estendere il lockdown cominciato il 18 settembre fino al 14 ottobre, non all'11 come già deciso. Il Paese risulterà chiuso dunque per quasi un mese (per ora).

Il coordinatore israeliano contro il coronavirus, Ronni Gamzu, ha dichiarato che il 40 per cento dei nuovi casi proviene dalla comunità ultra-ortodossa.

Brasile, di nuovo sopra i 1.000 morti

Il Brasile ha registrato 1.031 morti per Covid-19 e 33.413 infezioni nelle ultime 24 ore, portando il numero dei morti a quasi 144.000 e il numero delle infezioni a 4,9 milioni. Dal 15 settembre, quando il Paese sudamericano ha contato 1.113 morti, il numero delle vittime non aveva più superato le 1.000 unità in un solo giorno. Il Brasile ha il secondo più alto numero di morti per Coronavirus al mondo, dopo gli Stati Uniti, e il terzo più alto numero di infezioni, dopo gli Stati Uniti e l'India.

Argentina, record di contagi

L'Argentina ha confermato 14.392 nuovi positivi nelle ultime 24 ore, un record giornaliero di contagi. In totale nel Paese si contano 751.001 contagi, secondo i dati del ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore le autorità argentine hanno registrato anche 419 decessi tra i pazienti contagiati. Le vittime sono in totale 16.937 dall'inizio della pandemia.

Lo studio: l'idrossiclorochina non è efficace contro il Covid