Roma, 29 settembre 2020 - La Germania torna a viaggiare sui 2mila nuovi contagi al giorno e la cancelliera Merkel lancia un allarme. Parigi va sempre peggio e non sono escluse nuove restrizioni, mentre in tutta la Francia si contano oltre 8mila infetti e 85 morti. Boom di contagi nel Regino Unito: oltre 7mila casi in 24 ore, memtre la Spagna viaggia sui 10mila casi, con oltre 200 morti. In Russia a Mosca scuole chiuse dal 5 al 18 ottobre. L'Europa continua a fare i conti con la seconda ondata della pandemia di Coronavirus mentre complessivamente nel mondo le morti per Covid-19  hanno superato il milione nel conteggio della Johns Hopkins University considerato il più indipendente e adffidabile. Secondo i dati dell'ultimo aggiornamento, i decessi  sono arrivati a 1.000.555 in tutto il pianeta, con gli Stati Uniti che piangono il bilancio più pesante - 205.024 - seguiti dal Brasile, con 141.741; e l'India, con 95.542. Secondo uno studio, in India i contagi potrebbero essere 60 milioni, dieci volte tanto le cifre ufficiali.

image

Coronavirus, bollettino Italia del 29 settembre. La tabella Covid di oggi

L'Oms plaude all'Italia

Sono arrivate dall'Italia - insieme a Thailandia, Uruguay e Pakistan - le risposte migliori alla pandemia: lo certifica il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus sull'Independent.

Germania, 2mila nuovi casi

Sono 2.089 i nuovi casi di contagio registrati in Germania nelle ultime 24 ore, 11 i decessi, contro i 1.192 casi e i 3 decessi del giorno precedente. In totale dall'inizio della pandemia i casi sono 287.421, i morti 9.471. Le regioni maggiormente colpite sono il NordReno Westfalia - 69.284 contagi e 1.867 morti - seguito dalla Baviera, con 67.763 infezioni e 2.664 decessi. La cancelliera Angela Merkel incontra i capi dei governi regionali. Alla luce dell'aumento dei casi, lo Stato e i Laender vogliono limitare il numero di partecipanti alle feste: in spazi chiusi non potranno essere più di 25, in spazi aperti non più di 50. Ma la norizia del giorno è che la cancelliera Merkel ha avvertito che la Germania rischia fino a 19.200 casi quotidiani di Covid-19 entro Natale a meno che non trovi nuovi modi per rallentare la diffusione del virus durante la stagione fredda.

La cancelliera ha sconsigliato di affrontare viaggi all'estero in zone a rischio, ma ha indicato l'Italia come meta delle vacanze, perché qui "si agisce con grandissima cautela".

image

Gran Bretagna, record contagi

La Gran Bretagna ha registrato un record di 7.143 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Si tratta del bollettino più alto mai raggiunto, ma i media britannici sottolineano che nel picco dell'epidemia, fra marzo e aprile, si facevano molti meno test e il numero ufficiale dei contagiati era nettamente inferiore alla realtà. I nuovi decessi sono 71, un numero che non veniva raggiunto da mesi, riferisce la Bbc. In totale i casi confermati di coronavirus dall'inizio dell'epidemia sono 446.156.

Il totale ufficiale delle vittime della pandemia censito nel Regno Unito sale - con l'aggiunta dei dati odierni - a 42.072, secondo un calcolo che include tutti coloro che sono deceduti entro 28 giorni da una diagnosi registrata di contagio da Covid-19. Si tratta del bilancio più pesante d'Europa in cifra assoluta, ma più basso rispetto a Paesi come Spagna o Belgio in rapporto alle rispettive popolazioni.
Le stime dell'Office for National Statistics, l'Istat britannico, che inseriscono anche il numero di coloro che sono morti a distanza di oltre un mese dal contagio - ma nei cui certificati di morte il Covid è comunque indicato come possibile concausa - il totale salirebbe invece a oltre 57.000, con un incremento di circa il 20%.

Parigi peggiora, 85 morti in Francia

La situazione epidemiologica di Parigi peggiora giorno dopo giorno e le cifre della capitale sono sempre più da regione in "allerta massima", come Marsiglia e Aix-en-Provence, e non più di "allerta rafforzata" come è attualmente. Per ora il ministero della Salute assicura che nulla è stato deciso su un'ulteriore stretta, al di là della chiusura dei bar alle 22, delle palestre, e della limitazione a 1.000 persone per i grandi eventi pubblici. Eventuali nuove decisioni verranno adottate sulla base di osservazioni settimanali.

E in tutta la Francia sono oltre 8mila, 8.051 per la precisione, i nuovi casi di coronavirus registrati inelle ultime 24 ore. Lo hanno riferito le autorità sanitarie, che hanno annunciato anche altri 85 decessi: 59 avvenuti negli ospedali da ieri e 26 nelle case di cura nell'ultima settimana. Il bilancio complessivo in Francia dall'inizio dell'emergenza sanitaria è di 550.690 casi confermati e 31.893 morti in totale. 

Spagna, quasi 10mila contagi

Il ministero della Salute spagnolo ha registrato altri 9.906 casi di coronavirus, di cui 2.586 nelle ultime 24 ore e altri 203 decessi legati alla malattia. Il totale dei contagi dall'inizio dell'epidemia sale a 758.172 e quello delle vittime a 31.614.

image

Olanda, numeri in crescita

In Olanda continuano a crescere i dati giornalieri sui contagi da coronavirus: nelle ultime 24 ore sono stati registrati 3.011 contagi, un record negativo per il Paese dove da oggi entrano in vigore nuove misure per contrastare la pandemia.  Nell'ultima settimana i nuovi casi sono stati oltre 20mila e sono stati registrati anche 102 morti.

Mosca, scuole chiuse

Il sindaco di Mosca, Sergei Sobianin, ha ordinato la chiusura di tutte le scuole dal 5 al 18 ottobre, a causa dell'aumento dei casi di coronavirus registrati negli istituti. Lo ha reso noto l'agenzia di stampa Sputnik. In Russia nelle ultime 24 ore si sono registrati 8.232 nuovi casi di Covid-19 e 160 persone sono decedute a causa del morbo.

Usa, oltre 300 nuovi morti

Gli Stati Uniti hanno registrato 33.037 nuove infezioni da coronavirus e 316 decessi correlati al Covid-19 nelle ultime 24 ore, secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University.  Il totale dei contagi a livello nazionale ammonta ora a 7.148.045 casi. I decessi sono invece 205.072, secondo la stessa fonte.

E per la prima volta da mesi, il tasso di contagi giornalieri di coronavirus a New York ha superato il 3% (al 3,25%) e il sindaco Bill de Blasio ha detto che l'aumento è principalmente attribuibile ad alcuni focolai in nove aree di Brooklyn e del Queens. Si tratta soprattutto di zone con ampie concentrazioni di ebrei ortodossi, refrattari alle regole. Per questo de Blasio ha avvertito che già da domani potrebbero essere imposte nuove restrizioni: "Aumenteremo le misure ogni giorno, a seconda di ciò che accade e dei risultati dei test". Se necessario, ha minacciato, la Grande Mela potrebbe agire rapidamente per vietare i grandi raduni e chiudere le attività non essenziali.

Israele, record choc

Israele ha superato gli Usa nel rapporto tra morti e numero di abitanti. Allo stesso tempo è al vertice dei Paesi con il più alto numero di nuovi contagi giornalieri, sempre rispetto alla popolazione. Il lockdown durerà probabilmente "più di un mese" e potrebbe "volerci molto più tempo". Lo ha detto il premier Benyamin Netanyahu.

India, studio: 60 milioni di casi

Più di 60 milioni di indiani, dieci volte più dei numeri ufficiali, potrebbero essere stati infettati dal nuovo coronavirus, hanno annunciato oggi le autorità mediche responsabili della pandemia, citando uno studio nazionale basato sui test sierologici.  Secondo i dati ufficiali, la popolazione indiana, con oltre 6,1 milioni di casi su 1,3 miliardi di abitanti, è la seconda più colpita dall'epidemia al mondo, dopo gli Stati Uniti. Ma gli esami del sangue effettuati su 29.000 persone in 21 Stati indiani tra metà agosto e metà settembre, mostrano che il numero di persone infette potrebbe essere molto più elevato.