Borsa: l'Europa in rialzo, poco mossi i titoli di Stato

Positive le banche e l'energia. Euro poco mosso sul dollaro

Le Borse europee proseguono in rialzo con gli investitori che cercano spunti sui tempi per il taglio dei tassi d'interesse da parte delle banche centrali. Si attende l'intervento della presidente della Bce Christine Lagarde a Davos e le indicazioni che potrebbero arrivare da esponenti della Fed. Sotto i riflettori anche le tensioni geopolitiche, in particolare in Medio Oriente. Sul fronte valutario l'euro è poco mosso a 1,0873 sul dollaro. L'indice stoxx 600 sale dello 0,3%. Positive Londra (+0,6%), Parigi (+0,3%), Francoforte (+0,2%) e Madrid (+0,1%). I listini sono sostenuti dal settore tecnologico (+0,5%), con le indicazioni finanziarie che arrivano dai produttori asiatici e le prospettiva di una ripresa del settore dei semiconduttori. Sale l'energia (+0,6%), con il prezzo del petrolio in rialzo. Il Wti guadagna lo 0,4% a 74,3 dollari al barile e il Brent si attesta a 79,3 dollari (+0,3%). Resistono le utility (+0,1%), con il prezzo del gas che sale. Ad Amsterdam le quotazioni guadagnano l'1,5% a 28,3 euro al megawattora. Acquisti sulle banche (+0,4%) e le assicurazioni (+0,7%), con l'ipotesi di maggiori ricavi in un contesto di tassi ancora molto alti. Poco mossi i titoli di Stato. Lo spread tra Btp e Bund scende a 154 punti, con il rendimento del decennale italiano che arretra di 3 punti base al 3,88%. In calo il tasso del Bund che si attesta al 2,33 per cento.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro