Lunedì 17 Giugno 2024
FABIO LOMBARDI
Economia

Cos'è la Silicon Valley Bank e perché sta facendo tremare le Borse di tutto il mondo

Una delle più grandi banche statunitensi, fondata nel 1982 durante una partita di poker, è in amministrazione controllata. Chiusa per proteggere i depositi assicurativi

San Francisco, 10 marzo 2023 - Le Borse mondiali oggi in profondo rosso. I motivi? Tutto è partito dalle voci di un possibile fallimento (poi ufficializzato in serata) della Silicon Valley Bank americana e di altri istituti di credito statunitensi. Le autorità californiane hanno messo in amministrazione controllata la SVP per proteggere i depositi assicurativi mentre i correntisti prendevano d'assalto gli sportelli nel tentativo di portare via i soldi dal conto. Nelle 17 filiali americane oggi si sono viste scene di caos  e disperazione degne della Grande Recessione. Ma cosa sta succedendo? Cos'è la Silicon Valley Bank?

La sede della Silicon Valley Bank
La sede della Silicon Valley Bank

Silicon Valley Bank e la perdita di 1,8 miliardi di dollari

Tutto è cominciato con la notizia che la Silicon Valley Bank ha fallito la raccolta di 2 miliardi di dollari a copertura di una perdita netta da 1,8 miliardi. La Banca ha cercato di emettere 2,25 miliardi di azioni per coprire il buco, ma la mossa non è stata apprezzata dagli investitori.

Le preoccupazioni del Tesoro americano

Annuncio che ha portato - secondo fonti di Cnbc - il Tesoro americano a monitorare Silicon Valley Bank e i suoi possibili effetti contagio sul sistema.

Wall Street e il fallimento

Durante la giornata il titolo di Silicon Valley Bank è stato sospeso a Wall Street in attesa di comunicazioni. I titoli della banca sono in calo del 62%. Non solo. In serata le autorità della California hanno chiuso Silicon Valley Bank. Lo afferma la Federal Deposit Insurance Corp, l'agenzia federale di assicurazione sui depositi, sottolineando che SVB è la prima banca assicurata dalla Fdic a fallire. La Fdic riferisce che l'istituto ha circa 209,0 miliardi di dollari in asset e 175,4 miliardi in depositi. Tutti trasferiti in un nuovo istituto, la Deposit Insurance National Bank of Santa Clara creata ad hoc proprio per proteggere questi depositi.

La banca fondata durante una partita di poker

La Silicon Valley Bank (SVB) - si legge su Wikipedia - è stata fondata nel 1982 da Bill Biggerstaff e Robert Medearis durante una partita di poker. Il suo primo ufficio è stato aperto nel 1983 in North First Street a San Jose . L'ufficio di Palo Alto è stato aperto nel 1985.

Le origini e la crescita

L'idea era di fornire supporto e guadagnare poi sulla crescita dei marchi della Silicon Valley. tanto per dare un'idea entro la metà degli anni '90, la banca aveva fornito capitale di rischio iniziale a Cisco Systems e-Bay Networks.

Colosso mondiale

Durante gli anni attraverso cessioni e acquisizioni diventa un colosso mondiale e attualmente ha uffici, fra gli altri, a Londra, Homg Kong, Pechino Shangai e Francoforte.

La banca della new economy

La società si concentra sul prestito a società tecnologiche, fornendo molteplici servizi a società di capitale di rischio, finanziamenti basati sui ricavi e società di private equity che investono in tecnologia e biotecnologia, e anche su servizi di private banking per individui con un patrimonio netto elevato, nel suo mercato interno in Silicon Valley. Oltre a raccogliere depositi e concedere prestiti, la banca gestisce divisioni di capitale di rischio e private equity che a volte investono nei clienti delle banche commerciali dell'azienda.

I numeri della banca

La Silicon Valley Bank conta oltre 8.500 dipendenti ed è una delle più grandi banche americane, la più grande della Silicon Valley. Secondo i dati forniti dalla Banca nel 2021 poteva contare su 211 miliardi di dollari di assett totali nei suoi caveau.