Schneider Electric, leader della trasformazione digitale nella gestione dell’energia e dell’automazione, adotta una nuova policy green che prevede di sostituire il 100% della flotta di veicoli aziendali, per un totale di 14.000 auto, con veicoli elettrici, entro il 2030. L’annuncio è stato fatto in occasione dell’adesione della multinazionale a EV100, l’iniziativa di The Climate Group che promuove l’adozione di mobilità elettrica come parte dell’obiettivo di contenere entro gli 1,5 °C l’aumento della temperatura media globale, lottando per contrastare il cambiamento climatico.

Per molti dipendenti dell’azienda l’uso di veicoli elettrici è già nella quotidianità, perché l’azienda ha sviluppato infrastrutture per la ricarica elettrica e le ha installate in numerose strutture del mondo, ad esempio nella sede di Schneider Electric in Norvegia e nel campus EUREF di Berlino, che ospita personale Schneider Electric e di altre 150 aziende lì presenti.

Con l’adesione a EV100 Schneider Electric aggiunge un altro tassello alla sua strategia di contrasto al cambiamento climatico, che si basa sull’adozione di obiettivi che sono in linea con le azioni necessarie per contenere il riscaldamento globale entro gli 1,5°C di aumento (Science Based Target). Schneider Electric infatti si è posta l’obiettivo di diventare un’azienda a emissioni net-zero entro il 2030 e di ottenere nel suo ecosistema la carbon neutrality entro il 2025. Con la flotta elettrica, le emissioni di anidride carbonica dirette prodotte dalle auto aziendali saranno azzerate.