Samsung, ecco i Galaxy S24 con l’intelligenza artificiale

Gli smartphone del futuro si comporteranno in modo ‘automagically’

Samsung Galaxy S24 (Ansa)

Samsung Galaxy S24 (Ansa)

Roma, 22 gennaio 2024 – 'Automagically' o, in italiano, 'automagicamente': in questo modo si comporteranno gli smartphone del futuro (molto prossimo) secondo i vertici di Samsung. Che il 17 gennaio hanno presentato in pompa magna, nello scenario californiano di San Jose, i tre nuovi modelli del Galaxy S24, nel corso di un evento mediatico intitolato 'Galaxy Unpacked'. A rendere 'automagici' (da una crasi fra l'aggettivo 'automatic' e l'avverbio 'magically') i suoi nuovi device, stando al direttivo del colosso coreano, sarebbe soprattutto la tecnologia di intelligenza artificiale che li caratterizza, denominata molto semplicemente Galaxy AI. E capace, al netto dei paralleli vantaggi per l'utente di una rinnovata sinergia fra Samsung e Google, di giochi di prestigio non da poco. Primo fra tutti il dono delle lingue, vista la capacità dei gioiellini sudcoreani di farci da interpreti in tempo reale, traducendo all'impronta telefonate e conversazioni in 13 lingue (italiano compreso). Inutile dire quanto questa funzione potrà tornare utile durante riunioni di lavoro di carattere internazionale. Poi, un altro dono di non poco conto sembra sia quello della sintesi, testimoniato dalla capacità degli S24 di stilare in poche frazioni di secondo brevi riassunti scritti del contenuto di registrazioni video e vocali o di semplici note di testo. Mentre un'altra chicca riguarda la possibilità di farsi suggerire dal sistema, durante una conversazione, il registro di risposta più adeguato, per non rischiare di sembrare scortesi e fare brutta figura. Infine, parlando di quello che viene comunemente definito editing 'generativo', a colpire è una funzione che va letta come un'evoluzione dell'attuale funzionamento di Google Lens, ossia la ricerca sul web per immagini. I nuovi Samsung S24, infatti, oltre ad essere in grado di ricreare parti dell’immagine fuori inquadratura o neanche esistenti muovendo dal frammento di immagine in loro possesso, disporranno anche della funzione 'Cerchia e cerca con Google'. Ovvero, in sostanza, un nuovo modo per cercare qualsiasi cosa visualizzata sullo schermo del telefono Android. Senza bisogno di cambiare app e semplicemente cerchiando con il polpastrello l'elemento da ricercare, con i risultati che verranno mostrati in una finestra da espandere o chiudere a seconda delle necessità.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro